Primo fotoromanzo pulp realizzato in Molise: ecco dove nasce

126

kiss me deadly 2019CAMPOBASSO – Kiss Me Deadly, la kermesse sulle nuove frontiere del noir, giunta alla sua quinta edizione, presenta la prima produzione originale: il PULPmanzo. Realizzato durante la settimana dell’evento, sarà distribuito in una edizione limitata da collezione il giorno di chiusura.

KISS ME DEADLY, la kermesse molisana sul noir, giunta alla quinta edizione, presenta la sua prima produzione originale: PULPmanzo-Caccia grossa a Campobasso, il primo fotoromanzo pulp realizzato in Molise.

Sono cominciate lunedì 26 agosto a Campobasso le “riprese” del fotoromanzo. I set fotografici saranno dislocati in varie zone della città. Nel cast sono coinvolti attori professionisti e non professionisti che presteranno i loro volti per raccontare una torbida storia di amore e morte ispirata alle atmosfere del grande noir. NASCITA DI UN PULPmanzo, è il backstage che sarà realizzato sui set fotografici, seguendo il lavoro della troupe e degli attori, e che sarà proiettato sabato 31 agosto nel corso della serata di chiusura della kermesse.

L’operazione è un omaggio a una narrativa popolare che ha conosciuto una grandissima fortuna tra gli anni ’40 e ’70. Nato in Italia, il fotoromanzo conserva ancora oggi un intrigante sapore vintage continuamente in bilico tra il sublime e il trash.
PULPmanzo, prodotto da Kiss Me Deadly, è stato curato da Manuel Civitillo e Katiuscia Magliarisi, gli scatti sono del fotografo Massimo Di Nonno. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con il Centro per la Fotografia Vivian Maier di Campobasso.

PULPmanzo-Caccia grossa a Campobasso è il primo episodio di un progetto seriale, per una volta — o come una volta — fuori dagli schermi.

Kiss Me Deadly – kermesse multiforme sul noir è un evento ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Kiss Me Deadly, prodotto dalla Fondazione Molise Cultura, con il patrocinio di Lucca Comics & Games.