Progetto A.A.A. Biodiversità Cercasi: cento appuntamenti a ottobre

23

biodiversità cercasi

REGIONE – Cento appuntamenti nel mese di ottobre, dedicati alla bellezza della natura, alla conoscenza e al divertimento. Ambiente Basso Molise lancia il mese della Natura nell’oasi Fantine e sulla costa molisana, un grande evento tutto all’aria aperta che si svolgerà da mercoledì 1 a giovedì 30 ottobre nel C.E.A. Fantine e su tutta la costa in collaborazione con l’Università degli Studi del Molise, i comuni di Campomarino e Montenero di Bisaccia, l’Istituto Omnicomprensivo di Guglionesi e la casa circondariale di Larino.

Tutte le manifestazioni rientrano nel progetto A.A.A. Biodiversità cercasi.

Le giornate dal lunedì al venerdì saranno dedicate esclusivamente alle scuole di ogni ordine e grado, che ne faranno richiesta mentre, il sabato e la domenica (dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 15.30 alle 17.30) saranno dedicate alle famiglie e a gruppi o associazioni.

Si parte mercoledì 1 ottobre con escursione presso il bosco Fantine. Agli appuntamenti nel CEA Fantine se ne aggiungeranno numerosi altri sulla costa o zone importanti di passaggio o sosta degli uccelli migratori. La migrazione autunnale sarà una protagonista degli appuntamenti: terminato il periodo di nidificazione, e involati i giovani, gli uccelli si apprestano a partire per passare l’inverno in aree più calde, per poi ritornare nel nostro Paese in primavera.

Tutela degli habitat naturali: durante le escursioni i partecipanti saranno chiamati a segnalare eventuali problemi come la presenza di inquinamento da plastica o rifiuti, il transito di veicoli non autorizzati e conseguenti fenomeni erosivi, atti di bracconaggio, presenza di cani vaganti o attività o situazioni che costituiscano una minaccia agli ambienti naturali.

Il mese della Natura proseguirà in tutti i weekend di ottobre con altre decine di appuntamenti che spazieranno dal tema dell’autunno (i colori, i frutti tipici del territorio) ai laboratori artistici (dipingere la natura), ai laboratori didattici, dall’osservazione della biodiversità e delle tracce degli animali selvatici alla preparazione di mangiatoie per gli uccelli in vista dell’inverno, dalle visite guidate per conoscere il territorio con le sue pecularietà e la conoscenza, in particolare nelle zone umide, fino alle presentazioni di libri sugli animali in natura e in città, alle mostre fotografiche, ai laboratori di archeologia, alla piantumazione di mille alberi, alla conoscenza della biodiversità.

“Dopo gli incendi di luglio e agosto, dopo la tromba d’aria che ha messo in ginocchio il ns. territorio, dopo il periodo di chiusura del CEA Fantine, completiamo finalmente la graduale riapertura della ns. struttura nel rispetto delle normative e in sicurezza per i nostri operatori e il pubblico. Sarà un mese entusiasmante, pieno di occasioni per stare in natura e conoscere, divertendosi, la bellezza del nostro territorio. Quasi 100 appuntamenti, ai quali siamo certi parteciperanno tante persone, cui offriremo natura, spensieratezza, benessere e un po’ di felicità”.