Riccia, approvati i bilanci e il Documento unico di programmazione

126

RICCIA – Il consiglio comunale di Riccia ha approvato, nel corso dell’assise civica tenutasi pochi giorni fa, tre importanti atti per l’attività amministrativa riccese. Con i pieni voti della maggioranza è stato dato il via libera al bilancio consuntivo relativo allo scorso anno, il bilancio di previsione per il prossimo triennio ed il Documento unico di programmazione 2022-2024.

L’attività dell’amministrazione, con riferimento al bilancio consuntivo 2021, si è sviluppata purtroppo in un contesto di emergenza sanitaria ed economica causata dal Covid. L’Ente ha dovuto fare fronte, nel corso del 2021, a nuove necessità soprattutto nel settore sociale e ad un inevitabile rallentamento delle entrate ordinarie, compensato in parte da trasferimenti dello Stato. Lo scostamento tra previsioni iniziali e definitive è stato comunque minimo, il che denota un’ottima capacità di programmazione dell’attività dell’Ente.

Il nuovo bilancio programmatico, presentato dall’assessore Luca Coromano, punta non solo a sostenere e garantire i servizi alla collettività, ma anche a mettere in atto tutte quelle misure che consentiranno di sostenere le famiglie in difficoltà, le imprese e le attività che stanno ancora oggi subendo difficolta legati al particolare momento epidemiologico e sociale.

“Siamo riusciti a quadrare il bilancio senza aumentare la tassazione sui cittadini – ha spiegato l’assessore Coromano – confermando tutti i progetti e i servizi realizzati nel 2021 anche per il 2022, con l’aggiunta di ulteriori interventi ed opere pubbliche”. Per far fronte alle maggiori spese e per mantenere gli equilibri di bilancio, senza aumento delle entrate, si è puntato pertanto ad una razionalizzazione delle spese e ad un maggiore controllo fiscale. A tale riguardo è doveroso precisare che nell’ultimo biennio si sono recuperati, con gli accertamenti 2012-2017 (IMU – TASI) € 418.388,48, attestandosi su una percentuale di riscossione coattiva pari al 64% rispetto agli accertamenti emessi.

Si ringraziano i cittadini che hanno regolarizzato la propria posizione debitoria e gli uffici comunali per l’ottimo lavoro svolto. Viene confermata inoltre, nell’impostazione del bilancio, l’importanza fondamentale del ruolo della cultura, dello sport e del tempo libero, con un’impostazione particolarmente rivolta alle esigenze ed alle prerogative della popolazione giovanile. “Il nostro bilancio – ha affermato in conclusione Coromano – si reggerà su tre pilastri fondamentali: non aumentare le tasse, aiutare le fasce più colpite dalla crisi e realizzare investimenti per la ripartenza economia e sociale”.