Il ricordo della strage di Capaci, Toma: “Possiamo e dobbiamo combattere le mafie”

25
ricordo strage capaci campobasso
ricordo strage Capaci Campobasso – Foto Regione Molise

CAMPOBASSO – É esposta da stamattina fino a domani in piazza Pepe a Campobasso, la teca che custodisce i resti della ‘Quarto Savona Quindici’ – era questo il nome in codice della Croma blindata – su cui viaggiavano gli uomini della scorta di Giovanni Falcone: Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo. Presente insieme con le autorità politiche, militari e civili anche la signora Tina Montinaro.

All’iniziativa ha partecipato il Presidente della Regione Molise Donato Toma: “Quello che conta – ha detto – sono gli esempi e oggi, qui, ne abbiamo uno fondamentale per capire e per crescere tutti insieme. E’ insieme che infatti possiamo e dobbiamo combattere le mafie, ma dobbiamo prima di tutto combattere gli atteggiamenti mafiosi che serpeggiano nella nostra società. Sono atteggiamenti che permettono al malaffare di attecchire. La mafia, purtroppo, è anche questo. Rivolgo il mio sentito grazie all’Associazione ConDivisa-Sicurezza e Giustizia e alla signora Tina Montinaro, ideatrice dell’itinerario che oggi tocca la nostra regione. Grazie perché, come ha detto nel suo intervento, lei porta sulle spalle questa memoria preziosa e la veicola su un percorso di riflessione e di legalità: per tutti i cittadini, in particolare per i ragazzi delle scuole, una iniziativa concreta e dal significato profondo”.