Rinnovato il patto di gemellaggio tra Riccia e Chapelle Lez Herlaimont

27

RICCIA – Durante lo scorso weekend, presso la cittadina di Chapelle Lez Herlaimont, in Belgio, è stato rinnovato il patto di gemellaggio tra la città di Riccia e la città di Chapelle. Il vice sindaco di Riccia Antonella Di Domenico ed il Sindaco di Chapelle Karl De Vos, davanti a tanti amici riccesi, molisani e italiani, da anni emigrati in Belgio, hanno rinnovato il patto di amicizia e gemellaggio tra queste due comunità, unite storicamente, culturalmente e soprattutto affettivamente.

Insieme al primo cittadino della città di Chapelle, tanti riccesi, molisani e connazionali hanno accolto con emozione ed entusiasmo il vicesindaco di Riccia, la consigliera regionale Micaela Fanelli e una delegazione di sindaci e amministratori molisani presenti all’evento: il sindaco di Isernia Piero Castrataro, il sindaco di Casacalenda Sabrina Lallitto, il sindaco di Salcito Giovanni Galli, il vicesindaco di Guglionesi Giuliano Senese e il consigliere di Venafro Stefano Bono.

La consigliera Fanelli ha ringraziato l’Associazione dei molisani in Belgio, i tanti amici presenti all’evento e tutta la città di Chapelle che già tanti anni fa accolse i nostri corregionali emigrati in Belgio in cerca di lavoro nelle miniere, diventando la loro seconda casa. Dopo i saluti e il benvenuto del sindaco Karl De Vos, il vicesindaco di Riccia Di Domenico ha portato i saluti da parte del sindaco Pietro Testa, dell’Amministrazione comunale e della comunità riccese tutta ai compaesani presenti.

Riprendendo il tema dell’accoglienza, quale tratto distintivo delle due comunità di Riccia e di Chapelle, la Di Domenico ha sottolineato come sia importante riprendere i rapporti interrotti a causa del difficile periodo della pandemia, che ha costretto tutti ad una serie di limitazioni, non consentendo l’incontro tra le due comunità. “Questa è l’occasione per riprendere i contatti, rinnovare il patto di gemellaggio, che era stato firmato nel luglio del 2018 a Riccia, e riprendere le attività sospese. È un segnale di ripartenza – prosegue la vicesindaco di Riccia – che ci fa ben sperare e che avvicina ancora di più le due comunità di Riccia e Chapelle Lez Herlaimont”. Una serata all’insegna dell’amicizia, della fratellanza e dei tanti ricordi che uniscono le due comunità.