Roberti: “Situazione insostenibile per l’ospedale di Termoli”

9

francesco robertiTERMOLI – “La situazione è ormai insostenibile al San Timoteo”. Così il sindaco di Termoli e Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti, che in un post sui social ha denunciato la grave situazione in cui si trova il presidio sanitario della città adriatica dove la carenza di medici e personale nei reparti ne sta paralizzando l’attività. Per tale motivo, Roberti ha convocato con urgenza i sindaci degli ambiti territoriali di Termoli e Larino per discutere della situazione in cui si trova il nosocomio termolese e stabilire il “da farsi”.

Una situazione denunciata nei giorni scorsi in una lettera inviata al Commissario della sanità Donato Toma e al direttore generale dell’Asrem Florenzano dai consiglieri comunali di maggioranza Fernanda De Guglielmo, Nicola Balice ed Enrico Miele. Nella missiva i tre esponenti della maggioranza hanno chiesto il potenziamento dell’organico nell’ospedale e la trasformazione dell’Unità operativa semplice del Pronto soccorso in unità operativa complessa. Lo stesso Presidente del Comitato San Timoteo, Nicola Felice, in una conferenza stampa, ha chiesto con forza, al Governo Draghi un “decreto Molise” in grado di risollevare le sorti della sanità in regione.

L’incontro dei sindaci convocato da Roberti, come annunciato ieri dal Comune di Termoli in una nota, si terrà il prossimo 4 marzo, alle ore 18, nella sala consiliare del Comune di Termoli. L’iniziativa è stata accolta con grande soddisfazione dai comitati del territorio che, da anni, si stanno battendo per il mantenimento dei servizi sanitari pubblici in ambito locale. “È quanto da tempo chiediamo per affrontare con fermezza le criticità dei servizi sanitari, in primis dell’ospedale San Timoteo – commenta Nicola Felice – ancor più ora che si continua a registrare, da oltre tre settimane, il blocco delle sale operatorie per gli interventi programmati mentre sono consentiti solo quelli urgenti. Auspichiamo che, nell’incontro dei sindaci, si prendono in considerazione anche le tante proposte che il Comitato da tempo ha formulato, tra queste la richiesta di un incontro con il Presidente Draghi per l’emanazione del Decreto Molise, simile a quello della Calabria, che già inizia ad avere positivi risultati”.