Sanità, Frattura: “Posticipo per la verifica dei punti nascita”

49

Così la soddisfazione del presidente della Regione Molise e commissario ad Acta, Paolo di Laura Frattura (foto), al termine della riunione con i ministeri della Salute e dell’Economia per la verifica degli adempimenti previsti nel piano di rientro dal disavanzo sanitario e dei Lea.

“Confermato – riferisce il presidente – il posticipo al 31 dicembre 2017 per la verifica dei dati per i punti nascita, così come previsto nel Programma operativo: è uno slittamento molto significativo convinti come siamo che la prossima individuazione del dirigente medico di reparto, con la riorganizzazione del servizio, possa recuperare e limitare la mobilità passiva che ancora registriamo”.

Approvato il piano regionale per residenze sanitarie assistenziali e riconosciuta la validità delle attività per il rischio clinico ospedaliero a garanzia della sicurezza dei pazienti e degli operatori sanitari. Giudizio positivo anche per le politiche di governance per la spesa farmaceutica in termini di appropriatezza prescrittiva.

Dal punto di vista economico-finanziario, “il Tavolo – prosegue Frattura – ha valutato positivamente l’attività commissariale che abbiamo svolto per la copertura del disavanzo: abbiamo portato a compimento il mandato per l’accesso al prestito destinato al pagamento del debito sanitario ai sensi del dl 35/2013. Il ministero dell’Economia adesso lo comunicherà al Consiglio dei Ministri per la relativa cessazione del compito che mi è stato assegnato dal Governo il 18 maggio 2015”.

Analoga valutazione è stata espressa dai ministeri affiancanti anche per le azioni e gli adempimenti previsti per l’anno 2016 dal Programma operativo straordinario. “Un traguardo, questo, che ci fa guadagnare l’erogazione del 50% della quota prevista dalla Legge di stabilità 2014, pari a 20 milioni di euro”, evidenzia Frattura.