Stefano Sabelli: orgoglio molisano tra teatro, cinema e tv

21

CAMPOBASSO – Il campobassano Stefano Sabelli, poliedrico direttore artistico del Teatro del Loto di TeatriMolisani, che ha progettato e fatto costruire in Molise, si divide fra teatro, cinema, tv, installazioni artistiche permanenti e management culturale. Come regista e interprete ha recentemente portato in scena un trittico di personaggi – Saul di Alfieri, Re Lear di Shakespeare, con la traduzione di Alessandro Serpieri, e Achab, dal Moby Dick di Melville riscritto da Davide Sacco – con cui ha proposto un focus sulla follia senile e la perdita di potere.

Questo attore rappresenta sicuramente un motivo di orgoglio per la nostra regione. Fra le sue ultime interpretazioni al cinema ricordiamo quelle in “Mamma+Mamma” di Karole Di Tommaso e “Sole a Catinelle” di Gennaro Nuziante, dove è Onofrio, cugino di Checco Zalone Gianluca Iumiento – Artista italiano, vive e lavora da anni in Norvegia, dove ha diretto film e dirige e interpreta spettacoli per il Teatro Nazionale.

Per otto anni ha diretto il corso di recitazione della KHIO, l’Accademia d’Arte Drammatica di Oslo, lavorando a stretto contatto con Jon Jesper Halle, importante autore norvegese che con i suoi testi crea spesso una danza sopra le insicurezze dell’animo umano. Al Piccolo di Milano, Iumiento ha proposto lavori di un altro drammaturgo scandinavo, Jon Fosse, fra gli autori contemporanei più rappresentati al mondo. Ha lavorato in teatri nazionali e festival internazionali oltre che in Italia e Norvegia, in diversi paesi del nord Europa e negli Stati Uniti.