Stranieri sfruttati nei campi, un arresto a Larino

72

foto Carabinieri in azioneLARINO – Stava occupando extracomunitari nella raccolta delle olive senza aver effettuato preventiva comunicazione di instaurazione dei rapporti di lavoro. In più, gli stranieri venivano sottopagati, non erano dotati di dispositivi di protezione individuale e non godevano della giornata di riposo settimanale.

Per questo motivo i Carabinieri di Larino hanno arrestato un 53enne bracciante agricolo con l’accusa di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. All’uomo sono state contestate anche violazioni amministrative e contravvenzioni per un importo complessivo di 41mila euro. Al termine delle formalità, l’uomo è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Larino, a disposizione della Procura.