Sylvio (Silvio) Amedeo Sciarretta: era molisano uno dei grandi della Otorinolaringoiatria americana

76

Sylvio Amedeo SciarrettaTERMOLI – Silvio Amedeo Sciarretta nacque a Termoli, in via Nazionale n. 48, il 6 febbraio del 1890 da Domenico (“proprietario”) e Carmela Di Domenico. Sin da bambino fu spinto da una innata voglia di sapere. Finito il liceo fu mandato in Svizzera per un corso di formazione. Lui, che in realtà sognava l’Inghilterra, finì, dopo un breve periodo a Rotterdam, negli Stati Uniti.

Qui, all’inizio, conobbe le maggiori difficoltà compresa la fame. Scrisse ai genitori per farsi mandare del denaro e loro, pur inviandoglielo, lo pregarono di tornare in Italia. Ma Silvio Amedeo era determinato ed orgoglioso. Lavorando anche di notte riuscì a rendersi indipendente. In america il Silvio italiano divenne “Sylvio”.

Si iscrisse alla “Valparaiso University” e dopo un anno passò al “Chicago College of Medicine and Surgery” dove poi si laureò, nel 1914, in “medicina” a pieni voti. Il suo primo tirocinio lo tenne, nel 1915, al “Columbus Hospital” di Chicago. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale fu inviato a combattere in Europa. Qui, con il grado di Capitano, combattè sul fronte francese (Meuse-Argonne).

Tornato negli Stati Uniti riprese la sua professione. Si specializzò in otorinolaringoiatria e ne divenne uno “specialista” tra i più ricercati ed apprezzati. Fu anche stimato cardiologo. Il 28 giugno del 1919 sposò Esther R. Borg. Negli anni fu componente delle più importanti associazione mediche: “American Medical Association”, “Association of Military Surgeons of the United States”, e della “Italian Medical Society”.

Fu prima medico, poi primario ed anche professore universitario in varie ed importati realtà: “John B. Murphy Hospital” di Chicago; “St. Luke Hospital” di Chicago”; “Presbyterian Hospital” di Chicago; insegnò alla “Loyola University School of Medicine” sempre di Chicago; collaborò a riviste mediche “Chicago Medical Blue Book”, “American Board of Otolaryngology”. Ebbe importanti ruoli nella “Pan American Association of Oto-Rhino-Laringolog”; nella The Worl Medical Association” .

Tenne convegni e simposi in quasi tutti gli Stati Uniti d’America. Fu sempre vicino e solidale alle varie Associazioni italo-americane. É, ancora oggi, più volte citato su riviste specializzate ed è nella “History of medicine and surgery and physician and surgeons”. Sylvio Amedeo Sciarretta morì il 1 ottobre del 1977.

A cura di Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”