Termoli, lotta all’abbandono di mascherine, guanti: ecco l’ordinanza n. 88

35

mascherine coronavirus

TERMOLI – Il sindaco di Termoli, Francesco Roberti, per contrastare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato di mascherine, guanti e altri dispositivi di protezione individuale ha emanato ieri l’ordinanza numero 88. La stessa prevede l’osservanza dei seguenti punti:

  • di non abbandonare i dispositivi di protezione individuali DPI (mascherine, guantini, ecc.) sul suolo pubblico, lungo le strade o nelle zone di campagna;
  • il corretto smaltimento degli stessi DPI, come indicato dall’Istituto Superiore della Sanità deve avvenire con le modalità dei rifiuti indifferenziati, avendo cura nel riporli nel contenitore per il conferimento
  • tutte le attività economiche e produttive, oltre alle indicazioni indicate nelle linee guida, sono tenute a mettere a disposizione, possibilmente all’uscio della porta di accesso, oltre ai contenitori per la carta e la plastica, un contenitore per i rifiuti indifferenziati anche per lo smaltimenti di un contenitore per i guantini mono uso e/o maschere

Inoltre avverte che l’inosservanza della presente ordinanza comporta la denuncia presso le Autorità Giudiziare ai sensi e per gli effetti dell’art. 650 del Codice Penale ed il pagamento di un ammenda fino a € 206,00, alla quale si aggiunge la sanzione amministrativa pecuniaria della somma da € 500,00 fino a € 5.000,00 in ottemperanza all’art. 50, comma 7 bis1 del D.Lvo 267/2000. Nel caso che la stessa sanzione sia stata commessa due volte in un anno, si applicheranno le disposizioni contenute all’art. 12, comma 1, del D.L. n.14/2017, convertito con L. n. 48/2017.