Termoli, operazione “Mare sicuro”: i dati del primo bilancio estate 2020

27

Guardia Costiera

TERMOLI – Ventidue persone salvate in 8 operazioni di ricerca e assistenza a diportisti, 50 infrazioni rilevate con sanzioni per 55 mila euro. É il primo bilancio dell’Operazione “Mare Sicuro” della Capitaneria di Porto di Termoli iniziata lo scorso 15 giugno. Due mesi dopo la Guardia costiera, coordinata dal Comandante Francesco Massaro, ha consentito di accertare violazioni sulle prescrizioni dell’uso del demanio marittimo con multe di oltre 6 mila euro. Sulla sicurezza balneare sono state contestate violazioni per 2.500 euro, nel diporto nautico si è giunti a oltre 7.000 euro di verbali. É stata posta attenzione sulla tutela del patrimonio ambientale, sanzioni per oltre 4.100 euro”.

Quindici le infrazioni a disposizioni preposte alla tutela dell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti. “Il mare va sempre affrontato con il massimo rispetto – dichiara il comandante Massaro – con un approccio civile e responsabile. Si ricorda di osservare il distanziamento interpersonale, in relazione alle disposizioni Governative e protocolli di sicurezza”. Lo si apprende da una nota Ansa.