Termoli, opportunità per i giovani: resoconto del viaggio a Pompano Beach

gemellaggio conferenza

La delegazione termolese ha raccontato del gemellaggio con Pompano Beach nella conferenza tenutasi ieri pomeriggio in comune

TERMOLI – Un resoconto dettagliato di quello che è stato il viaggio istituzionale della delegazione termolese a Pompano beach per il gemellaggio tra le due città. Questo il contenuto della conferenza stampa che si è tenuta oggi 14 novembre al Comune di Termoli. Il primo cittadino Angelo Sbrocca ha sottolineato l’importanza dei contatti stabiliti con le massime autorità della città della Florida che si trova a pochi chilometri da Palm Beach e Miami e che gode di un’ottima economia, dove la disoccupazione è pressoché inesistente e dove il welfare è ad un livello molto alto. Il sindaco Sbrocca ha ringraziato il primo cittadino uscente Lamar Fisher (che nelle elezioni del 6 novembre è stato eletto county commissioner) e al nuovo sindaco di Pompano Beach, Rex Hardin. Un particolare ringraziamento è stato tributato a Tony Phillips, presidente del comitato ‘Pompano Beach Sister Cities’ “perché ci ha accolto con mille attenzioni e nonostante per loro fosse un periodo di intensa campagna elettorale, hanno dedicato moltissimo tempo delle loro giornate a noi, per accompagnarci nei vari appuntamenti istituzionali”.

Il sindaco, dopo aver letto una lettera inviata da Mr. Tony Phillips nella quale si sottolinea l’importanza di questo gemellaggio e ci si augura che le relazioni tra le due città possano crescere sempre di più, ha fatto una sintesi di quelli che sono stati i vari appuntamenti e incontri istituzionali che la delegazione ha effettuato dal 30 ottobre al 7 novembre 2018.

Incontri con il city manager Horacio Danovich che ha guidato la delegazione attraverso le diverse aree della città di Pompano sottoposte ad interventi di riqualificazione, incontri con il responsabile dello Sviluppo Economico del Comune di Pompano Beach Christopher J. Clemens, che ha spiegato come nel giro di pochi anni la popolazione della città sia passata da 100mila a 130mila abitanti e quali investimenti sono stati fatti, quasi tutti in sinergia tra pubblico e privato. Sono seguiti gli incontri con la responsabile dello Sviluppo del Marketing Turistico del Comune di Pompano, Lidia Gorzelany che ha fatto una panoramica delle modalità che la città pone in essere per incrementare il turismo, tra queste il recente affondamento di due navi così da creare ‘relitti’ che possano attrarre gli amanti del diving e dello snorkeling e la prossima creazione di un nuovo parco divertimenti subacqueo per bambini. Infine il sindaco ha citato l’accoglienza riservatagli dall’università FAU (Florida Atlantic University) di Boca Raton, un campus che accoglie 33mila studenti e che ha al suo interno 3 cinema, 4 teatri e due gallerie d’arte oltre ad innumerevoli strutture adatte ai diversi tipi di sport e spazi dedicati agli studenti. Presso il dipartimento di Letteratura Italiana della FAU il sindaco Sbrocca ha tenuto il suo discorso e con la referente, la professoressa Ilaria Serra ha discusso a lungo delle opportunità che l’Università FAU offre agli studenti italiani.

Il consigliere Francesco Rinaldi ha riferito alla Stampa della sua esperienza e di quante siano le differenze tra i due Paesi: dai costi per l’energia, alle differenze di paesaggio, dalle istituzioni politiche alle abitudini alimentari degli americani e ha sottolineato la calda accoglienza che la comunità italo americana ha riservato alla delegazione italiana. Ha poi ringraziato tutti i membri della delegazione e ha invitato i presenti, e quanti vorranno, a visitare la città di Pompano Beache per verificare le tante opportunità che propone.

La responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Termoli Valentina Fauzia ha sottolineato come negli scambi che ci sono stati con i referenti americani ci siano stati grande interesse e curiosità per il Molise e per Termoli, per la varietà del paesaggio e dell’enogastronomia locale. ‘Abbiamo parlato dei nostri eventi culturali e sia la manager alla Cultura del Comune di Pompano sia la prof.ssa Serra della FAU hanno mostrato interesse per il contest ‘50 ore Cortò’ che il Comune patrocina da 3 anni e hanno ipotizzato una collaborazione fra troupe per la produzione di cortometraggi che valorizzino entrambi i territori e uno scambio di corti tra la rassegna termolese e quella dell’Italian Film Festival della FAU’.

Michele Macchiagodena dell’ufficio di staff del sindaco Sbrocca ha chiuso la conferenza sottolineando ancora una volta la straordinaria e affettuosa accoglienza che è stata tributata alla delegazione italiana e ha ribadito come la comunità italiana di Pompano Beach sente l’orgoglio di essere italiana. Ha inoltre spiegato quanta cura ci sia nell’accoglienza soprattutto nell’ambito della ristorazione e della qualità dei rapporti tra gli operatori e i turisti.

La delegazione americana sta già organizzando la visita in Italia e a Termoli, visita che avverrà nel 2019.