Termoli, una panchina rossa per dire no alla violenza alle donne

violenza donne centro ativiolenza

Sbrocca: “abbiamo il dovere di sensibilizzare i cittadini su questo tema e lo facciamo anche con questa panchina rossa

TERMOLI – Una panchina rossa in piazza Vittorio Veneto a partire da domenica ricorderà a tutti i passanti e ai termolesi che Termoli dice ‘No’ alla violenza sulle donne. L’iniziativa voluta dalla sezione Fidapa di Termoli e sposata dall’Amministrazione comunale si è svolta alla presenza delle massime autorità della Fidapa, del primo cittadino Angelo Sbrocca, del presidente del Consiglio comunale Manuela Vigilante e del vicesindaco Maria Chimisso.

La presidente della sezione Fidapa di Termoli Concetta Spadaro, ha ringraziato l’amministrazione per la sensibilità dimostrata riguardo al tema della tutela delle donne, prima con l’adozione della ‘Carta dei diritti della Bambina’ e poi contribuendo alla realizzazione della panchina rossa.

Il primo cittadino Angelo Sbrocca ha riportato il dato attuale dei femminicidi in Italia: “Viene uccisa una donna ogni 72 ore, è qualcosa che non possiamo più continuare ad accettare – ha detto il sindaco – ed è per questo che noi istituzioni abbiamo il dovere di sensibilizzare i cittadini su questo tema e lo facciamo anche con questa panchina rossa perché ci sia un controllo sociale delle situazioni di violenza, ma anche con azioni concrete ed è per questo che abbiamo aperto a Termoli il primo centro Antiviolenza con professionisti esperti e qualificati”.

INFORMAZIONI SUL CENTRO ANTIVIOLENZA

Il centro Antiviolenza ha sede nel plesso scolastico di via Montecarlo, 49 e offre assistenza psicologica e legale con reperibilità h24 (il numero è 3278296705 ndr).
Presente in piazza Vittorio Veneto anche l’associazione Mai più sole – non una di meno con un banchetto informativo e i sacchetti di pane contro la violenza sulle donne.