Termoli, Parco Comunale: presentato il progetto

183

parco Termoli

Sbrocca: “Siamo felici di poter finalmente realizzare questo progetto di riqualificazione che avevamo pronto da tempo ma che non potevamo attuare fino a quando il Comune non tornava ad avere la piena disponibilità del Parco”

TERMOLI – È stato presentato nel corso di una conferenza stampa questa mattina (martedì 24 maggio 2016) il progetto di riqualificazione del Parco Comunale. Il sindaco Angelo Sbrocca, affiancato dagli assessori Filomena Florio e Vincenzo Ferrazzano, dall’Amministratore Delegato della Teramo Ambiente avv. Luca Ranalli e dall’ing. Matteo Caruso dello staff del sindaco, ha ripercorso le ultime tappe della vicenda giudiziaria con la quale la disponibilità del Parco è tornata al Comune:

“Quando la mia Amministrazione si è insediata, la rigenerazione del Parco comunale è stata fin da subito una delle nostre priorità ma, come ben sapete l’Amministrazione precedente aveva affidato la gestione del Parco ad un’Ati che non solo per noi, ma anche per il Tribunale di Larino si è dimostrata inadempiente. Solo alcuni giorni fa l’iter giudiziario si è concluso con provvedimento giudiziale e siamo felici di poter finalmente realizzare questo progetto di riqualificazione che avevamo pronto da tempo ma che non potevamo attuare fino a quando il Comune non tornava ad avere la piena disponibilità del Parco”.

Un progetto che prevede il ripristino del verde ammalorato e la piantumazione di nuove essenze, opere di idraulica nell’area del laghetto e sul torrente che attraversa il parco. Sarà rinnovato il percorso vita per gli amanti del fitness e verrà creata una nuova area giochi per i bambini. Il progetto prevede anche una pista per mountain bike e ciclo cross fatta in parte in asfalto e in parte in sterrato. L’area del dog park sarà mantenuta ma spostata in un’altra zona all’interno del parco. Anche i campi da tennis in cemento saranno ripristinati così come la copertura pressostatica del campo che alcuni mesi fa era andata bruciata.

Il sindaco Sbrocca ha spiegato anche che è intenzione dell’Amministrazione quella di ampliare le aree verdi in città con un Sistema Integrato dei Parchi, un sistema che consenta di valorizzare le già destinate a verde come la Foce del Sinarca, il vallone di Ponte tamburo, il vallone Ponte sei voci e quello di contrada Ponticelli rendendoli dei veri e propri parchi e aree di verde attrezzato.

Soddisfazione è stata espressa dell’avvocato Ranalli amministratore delegato di Teramo Ambiente, società che impegnerà circa 300mila euro nella realizzazione del progetto. “Sono entusiasta dell’idea di questo progetto perché ho sempre pensato che vada fatta comunicazione e questo è un nuovo modo per informare formando le nuove generazioni al rispetto per l’ambiente, un modo per essere presenti in città e lasciare una traccia positiva e concreta”.

I tempi di realizzazione del progetto sono strettamente connessi dall’evidenza pubblica che verrà espletata nei prossimi giorni, si procederà per step per facilitare la fruibilità del parco.