Termoli, presentato il progetto di riqualificazione urbana

214

TERMOLI – Questo pomeriggio nel corso di una conferenza stampa è stato presentato il Progetto di riqualificazione urbana del centro storico di Termoli.

Ai giornalisti è stato presentato un video che attraverso rendering e immagini consente di vedere come verrà riqualificata l’intera area dall’incrocio di Corso Fratelli Brigida e fino alla marina di Sant’Antonio. Si sono succeduti gli interventi oltre a quello del sindaco Avv. Angelo Sbrocca, quello dell’architetto Gianluca Di Donato capo team di un gruppo di lavoro di professionisti di Termoli, gli architetti Marco Di Lorenzo, Andrea D’Andrea, Roberto Occhionero che hanno redatto il progetto, l’ing. Umberto De Cristinzi anch’esso molisano, il presidente dell’ordine dei Geologi d’Abruzzo dott. Nicola Tullo e il geometra Franco De Francesco della ‘De Francesco Costruzioni’.

Nella sala Consiliare del Comune di Termoli presente anche la Giunta e i consiglieri di Maggioranza. L’architetto Di Donato ha illustrato tecnicamente il progetto spiegando come avverrà la ricucitura urbanistica del Paese Vecchio alla zona Ottocentesca e Novecentesca di Termoli. La creazione di tre piazze, una grande area pedonale Corso Roma, la realizzazione di spazi per i bambini, un auditorium, l’arena per gli spettacoli dei più piccoli, il passante che collegherà il porto alla Marina di Sant’Antonio e il parcheggio. Il direttore dell’ordine dei Geologi d’Abruzzo Tullo ha rassicurato i presenti sulla inesistenza di rischi preventivi ed ha affermato: ‘Non verrà mosso un metro cubo di terra senza aver prima calcolato ogni eventuale rischio’. Il geometra De Francesco, rappresentante legale della società che ha presentato la proposta valutata positivamente dalla commissione ha riferito:

“Abbiamo esperienza di interventi simili in altre parti d’Italia e non posso non fare un plauso a questa Amministrazione che per la prima volta in Molise ha avuto il coraggio di portare avanti una riqualificazione che ridarà qualità alla nostra città”.

Il sindaco Sbrocca ha sottolineato che questo intervento, voluto per ridare ai termolesi e ai turisti una centro cittadino senza traffico e senza auto, per dare spazi alla cultura e ai bambini, non prevede alcun consumo del territorio ma solo valorizzazione dei volumi esistenti.

“Su questo progetto si è fatta molta confusione e sono state dette cose false mentre io voglio che ai cittadini venga detta la verità – ha detto il sindaco Sbrocca -. La nostra Amministrazione ha dovuto essere silente perché vi era una gara pubblica, ma adesso il progetto verrà comunicato e reso noto a tutti e noi saremo sempre disponibili a qualsiasi confronto”.