Termoli, situazione del porto: lettera del sindaco a Toma

porto di Termoli

TERMOLI – Il sindaco Sbrocca ha inviato una lettera alla Regione Molise ed al Governatore Donato Toma, in relazione alla deprecabile situazione in cui versa il porto di Termoli.

Si ricorda che l’autorità competente per la gestione del porto di Termoli è la Regione poiché la relativa area fa parte del Demanio marittimo e proprio per tale ragione il sindaco ha evidenziato alla Regione le diverse situazioni critiche.

In particolare la totale assenza di manutenzione ordinaria e straordinaria ha comportato e sta comportando uno stato di degrado progressivo ed inaccettabile.

Il sindaco ha sottolineato la mancanza di azioni urgenti e puntuali da parte della Regione riguardo al collasso della scogliera del molo nord est e alla conseguente chiusura della strada di accesso al molo con grave danno per i cittadini e per i turisti che in bus o in auto si recavano all’imbarco per le isole Tremiti o ai parcheggi esistenti, con la conseguenza che ora quella tipologia di traffico è stata deviata cn dannosa promiscuità sulla banchina portuale dove gli operatori della pesca lavorano con difficoltà.

É stato altresì evidenziato l’evidente stato di sporcizia e l’assenza di un sistema metodico di pulizia dell’area portuale da parte della Regione. La pulizia del porto deve essere fatta dalla Regione.

Lo stesso governatore Toma circa un anno fa aveva detto che gli interventi segnalati dal sindaco Sbrocca erano tra le priorità oltre che: il rifacimento del manto stradale e dell’intera area portuale, della segnaletica orizzontale e verticale, cartelli bande sonori, cordoli e transenne, rifacimento e sostituzione degli arredi delle banchine d’attracco (bitte e parabordi etc.), ripristino e ampliamento dell’illuminazione del molo, manutenzione e impianti di video sorveglianza, gestione rifiuti solidi urbani in ambito portuale.

Evidentemente non si trattava di una priorità perché il porto si trova nelle stesse, se non peggiori, condizioni di un anno fa. Di qui l’esortazione del sindaco ad intervenire immediatamente per ridare dignità al porto e quindi a tutta la città.