Tosca Tavaniello in concerto a Villa De Capoa Campobasso il 2 agosto

57

tosca tavanielloCAMPOBASSO – Domenica 2 agosto 2020 alle ore 11:00 presso Villa De Capoa a Campobasso “Suoni vibranti” con Tosca Tavaniello all’arpa. Appuntamento che rientra nella rassegna Musica in Città sotto la direzione artistica di Andreina Di Girolamo. Andiamo a vedere il programma e il profilo della musicista.

PROGRAMMA

D. SCARLATTI – Sonata in La maggiore K 209
G. F. HÄNDEL – Suite in Re minore HVK 437
V. GHADIMI – Magellan
G. FAURÉ- Impromptu op. 86
T. MAYUZUMI – Rokudan
H. RENIÉ – Legende

TOSCA TAVANIELLO

Ha intrapreso lo studio dell’arpa all’età di nove anni, si è diplomata con 10 lode e menzione a soli 17 anni al Conservatorio Statale di Musica di Como Giuseppe Veri” sotto la guida di Ester Gattoni. Ha preso parte a diversi concorsi e già all’età di dodici anni ha ottenuto il 1° premio all’unanimità della giuria al Concours Francais de la Harpe Limoges 5 ème èdition, il 1° premio assoluto con votazione 100/100 nel Concorso Internazionale di esecuzione musicale città di Airola, il 1° premio assoluto nel Concorso Internazionale di Musica della Val Tidone, Golden Award nel concorso Svirel competition, il 1° premio assoluto al concorso internazionale musicale “Città di Scandicci”, il Diapason d’oro con il 1° premio assoluto esibendosi poi in concerto nella Biblioteca Civica di Pordenone e il 1° premio assoluto nel Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale Giovani musicisti – Città di Treviso. Ha preso parte a diversi corsi di specializzazione con Judith Liber, Isabell Perrin,con Karen Vaughan all’ HarpMasters presso l’International Summer Harp Academy in Svizzera e con il Irina Zingg al Talent Music Master Courses dove è stata selezionata tra i migliori allievi per esibirsi in concerto presso il Museo Diocesano di Brescia. In occasione dei festeggiamenti per il ventennale del Conservatorio, è stata selezionata per esibirsi da solista con la Filarmonica del Conservatorio nel Teatro Sociale di Como, dove ha eseguito le Danse sacrée et profane di Debussy.