Tourismed Plus, a Trabia i rappresentanti dell’Aast partner del Progetto

30

trabia

TRABIA – Si sono ritrovati a Trabia, in Sicilia, il 27 e 28 ottobre scorso, i partner italiani e stranieri del Progetto Europeo “Tourismed Plus” tra cui l’Aast di Termoli, che ha come obiettivo l’attivazione e valorizzazione del Pescaturismo in ambito locale, nazionale e internazionale, come forma di turismo ma anche come sostegno alla marineria.

Una “study visit” che ha visto un lungo incontro con i pescatori del luogo e incontri tra tutti i rappresentanti degli enti coinvolti per elaborare proposte sul pescaturismo e per l’analisi e lo studio delle normative europee che attualmente non ne permettono lo sviluppo.

Il progetto europeo nasce nell’ottica di un “turismo responsabile”, integra la pesca artigianale e consente ai marittimi di ospitare turisti a bordo dei pescherecci. Le azioni sono coordinate dalla Fondazione del Porto di Valencia e coinvolgono come partner l’Aast di Termoli, l’impresa sociale con sede in Sicilia “Prism”, la cooperativa Petra Patrimonia Corsica per la Francia e i due comuni Neum (Bosnia) e Ulcinj (Montenegro). L’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo ha coinvolto l’intera marineria locale, l’Università degli Studi del Molise con il corso di laurea sul turismo e il Flag Costa dei Trabocchi di Fossacesia.

Lo sforzo su cui sono impegnati i partner di Tourismed Plus è lo studio delle diverse normative locali dei vari paesi coinvolti dal progetto Interreg per poter elaborare una proposta legislativa in grado di superare le attuali problematiche. Il progetto europeo ha come fine lo sviluppo di modelli legislativi idonei a diffondere il pescaturismo come pratica comune nel bacino del Mediterraneo. Di questo se ne parlerà a Termoli in un “meeting” finale.