Tragedia di Marcinelle, il messaggio di Cotugno: “Una ferita dolorosa”

37

CAMPOBASSO – “Una vita, una famiglia, un lavoro. Quella mattina di 66 anni fa a Marcinelle per 262 persone, di cui 136 italiani, finirà tutto. Tra di loro 7 molisani, partiti per il Belgio per trovare un lavoro che qui non c’era. Una tragedia che unitamente al disastro di Monongah rappresenta una delle ferite più dolorose per gli emigranti italiani e molisani. Per loro è stata istituita la “Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”. L’8 agosto è un giorno che deve rimarcare sempre con forza che la dignità e la vita di una persona valgono più di qualsiasi altra futile considerazione”.

E’ quanto afferma il vice presidente della Regione Molise, Vincenzo Cotugno (foto), in occasione dell’anniversario della tragedia di Marcinelle.