Venafro ricorda il bombardamento (per errore) degli alleati

62

VENAFRO – “Una linea sottile unisce quella tragica giornata del 15 marzo 1944, quando Venafro fu bombardata per errore dagli alleati, alla guerra che nel pieno dell’Europa sta sconvolgendo l’Ucraina e il mondo intero. Emozioni più forti per questo anniversario che, come i nostri giovani studenti hanno voluto testimoniare, non è diverso da quanto sta accadendo in città come Mariupol, devastata in queste ore e divenuta “città-martire” dell’invasione russa, dove centinaia sono i civili che hanno perso la vita. La guerra è morte, è distruzione, e la città di Venafro ne ha ancora i segni di quel terribile bombardamento che gli è valsa la medaglia d’oro al Merito civile per mirabile esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio”.

Lo afferma il vice governatore Vincenzo Cotugno in occasione dell’anniversario del bombardamento di Venafro del 15 marzo 1944.