Villaggio Coldiretti a Cosenza, il Molise presente con l’azienda agricola “L’Essenziale”

85

CAMPOBASSO – Anche il Molise ha preso parte al Villaggio Coldiretti tenutosi a Cosenza nel fine settimana appena trascorso. Imponente il numero di visitatori, oltre 300mila, che nei tre giorni del week, dal 10 al 12 marzo, hanno visitato il Villaggio sfidando il maltempo a sostegno dell’agricoltura italiana, scesa in piazza per far conoscere i primati del Made in Italy messi a rischio dagli effetti dei cambiamenti climatici ma anche dai rincari dei costi di produzione per il conflitto in Ucraina.

A rappresentare il Molise c’era l’azienda agricola “L’Essenziale” di Antonietta Di Paolo, di Larino, che ha avuto nodo di far conoscere ai consumatori calabresi e non solo il proprio olio, fra cui spicca il monovarietale “Gentile di Larino”, e una vasta gamma di prodotti di agricosmesi, aventi come base l’olio di oliva prodotto in azienda, a cominciare dalle creme (viso, corpo e mani), passando per il sapone liquido mani e il balsamo, lo shampoo ed il dopobarba. Il Villaggio si è concretizzato in una grande festa di popolo con oltre centocinquanta stand tra mercati degli agricoltori, aree del gusto, street food ma anche agriasili, animali della fattoria, orti, fattorie didattiche, agrichef, laboratori, nuove tecnologie e workshop, presso i quali è stato possibile degustare, apprendere, giocare e divertirsi al fianco di migliaia di agricoltori, nonostante il difficile momento legato al caro prezzi e alla guerra in Ucraina.

Alla tre giorni del Villaggio Coldiretti, con il Presidente nazionale Ettore Prandini, il Segretario Generale Vincenzo Gesmundo, e Franco Aceto, Presidente di Coldiretti Calabria, non sono mancate le personalità del mondo politico. Fra i tanti vi erano anche: Mirco Carloni, Presidente Commissione Agricoltura Della Camera dei Deputati, Luca De Carlo, Presidente Commissione Agricoltura del Senato, l’assessore all’Agricoltura della Regione Calabria, Gianluca Gallo, e Franz Caruso, Sindaco di Cosenza, che hanno tutti sottoscritto la petizione contro il cibo sintetico promossa da Coldiretti e Filiera Italia con partner di rilievo internazionale (World Farmers Markets Coalition, World Farmers Organization, Farm Europe) al rintocco della grande campana diventata il simbolo della mobilitazione contro la carne in provetta.