Una giornata per onorare la memoria di Tonino Trapaglia

ricordo Tonino TrapagliaBELMONTE DEL SANNIO – L’Associazione Culturale “Musae” di Belmonte del Sannio (IS) nasce dall’obiettivo di creare momenti di condivisione e aggregazione in ambito culturale e sociale, attraverso manifestazioni, eventi e quant’altro, con l’intento di divenire una comunità aperta al dialogo, un laboratorio culturale e sociale da far crescere per sviluppare sempre nuovi progetti.

Quest’anno, ricorre il ventesimo anniversario della scomparsa terrena di Tonino Trapaglia, poeta, scrittore, artista della fantasia, “Faro di Belmonte”. Di seguito si legge nella presentazione a cura dell’Associazione:

“Per onorare la sua memoria l’Associazione Culturale “Musae” ha inteso organizzare una giornata denominata “in ricordo di Tonino Trapaglia”, con la consapevolezza che Tonino è arrivato a noi “che abbiamo tutto” e, con l’augurio che ci si possa finalmente e definitivamente rendere conto che è assolutamente indispensabile impegnarsi tutti insieme, senza perdere nemmeno un granello delle risorse a disposizione di tempo, intelligenze e volontà per trovare quelle soluzioni per l’irrinunciabile risultato di un Mondo Migliore.

La luce del “Faro di Belmonte” splende sempre di più nonostante oggi, siano trascorsi 20 anni da quel 1998 e, con l’assenso della famiglia, in accordo con la sua amata Mamma, che a ragion veduta, da qualcuno e già definita “gigante della sopravvivenza di vita”, il prossimo 7 luglio a partire dalle ore 16,30, con il coinvolgimento di amici e quanti hanno avuto la fortuna di conoscere lo scrittore, “artista della fantasia”, oltre che di lettori e appassionati, l’edificio Comunale ex Asilo Infantile di Belmonte del Sannio, ospiterà un evento letterario, dove le parole dello scrittore e delle sue opere resteranno vive attraverso le poesie, i quadri, filmati, e la voce di amici, lettori professionisti o volontari e di quanti vorranno intervenire o desiderano rendere omaggio allo scrittore Belmontese. Durante l’incontro si avrà una vera e propria non-stop di letture ad opera di quanti vorranno aderire a questo invito e, con tanti colori, e con tanti sorrisi saluteremo “dolcemente” il nostro “Faro”.