12 agenti di Isernia formati all’uso del defibrillatore

39

ISERNIA – 12 brevetti sono stati rilasciati ad altrettanti dipendenti della Questura di Isernia per l’uso del defibrillatore. Il Questore Roberto Pellicone ha infatti attivato una collaborazione con il comitato regionale della Croce Rossa Italiana per consentire agli operatori in servizio sulle Volanti, che spesso per primi si trovano ad intervenire in situazioni critiche, di conseguire il riconoscimento.

Al termine del corso, gli agenti hanno ottenuto il brevetto di esecutore BLS-D (Basic Life Support and Defibrillation), apprendendo le tecniche di supporto di base (manovre BLS) alle funzioni vitali, che permette di praticare le manovre d’emergenza. In questi casi è infatti importante riconoscere la situazione di emergenza, chiamare il 118 e, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, agire con manovre che sostituiscano le funzioni vitali interrotte e tentare di ripristinare il battito cardiaco con la defibrillazione precoce.

Durante il corso, gli agenti sono stati formati a riconoscere la situazione di emergenza e ad eseguire una serie di manovre salvavita, quali la rianimazione cardiopolmonare, la disostruzione delle vie aeree e la defibrillazione con apparecchi semiautomatici (DAE) in età adulta e pediatrica. I partecipanti hanno seguito dapprima una parte teorica ed hanno poi effettuato esercitazioni pratiche su manichini a grandezza naturale, sia adulti che pediatrici (bambini e lattanti 0-12 mesi).

A questo si è aggiunta anche la prova pratica con defibrillatore semiautomatico dotato di moduli di addestramento che hanno consentito a tutti partecipanti di defibrillare in maniera realistica pur rimanendo in completa sicurezza. L’obiettivo del BLS – spiegano gli esperti – è quello di rallentare i meccanismi che portano a danni irreversibili al cuore e al cervello, per consentire al trattamento definitivo (defibrillazione e trattamento medico) di ottenere i risultati migliori.