12 anni dal terremoto dell’Aquila, Lombardi: “Tragedie come questa non accadano più”

38

ROCCAMANDOLFI – “Erano le 3.32 del mattino del 6 aprile 2009, quando una scossa di magnitudo 6,3 sprigionò tutta la sua potenza a L’Aquila e nei centri abitati vicini. Il bilancio finale fu drammatico: più di 309 morti e migliaia di sfollati. Sono passati 12 anni da quel giorno ed è nostro compito ricordare questo drammatico evento affinché tragedie come questa non accadano più. Il terremoto non si può evitare, ma le tragedie sì. A distanza di 12 anni…. noi non dimentichiamo!”.

Così il sindaco di Roccamandolfi, Giacomo Lombardi (foto), nel dodicesimo anniversario del terremoto aquilano.