Anziana scomparsa da un anno: la figlia, “Non mi arrendo”

30

TORELLA DEL SANNIO – “Mia mamma l’hanno cercata in tanti, vigili del fuoco, volontari, persone del paese, che non smetterò mai di ringraziare. Persone che ancora oggi mi chiedono che fine ha fatto e io non so dare una risposta. Avrei voluto darle una sepoltura al cimitero, vicino a papà, non meritava una fine così atroce. Avrei voluto portarle dei fiori. Invece niente di tutto questo”. Ad un anno esatto dalla misteriosa scomparsa di sua madre, sono queste le parole pronunciate da Liliana Meffe, figlia di Maria Domenica Conte, l’anziana 82enne svanita nel nulla il 31 agosto 2020 a Torella del Sannio.

“Ovunque si trovi la penserò fino all’ultimo mio respiro e non avrò pace finché non saprò la verità”, dice ancora la donna che da un anno si batte per riuscire ad avere notizie di sua madre. L’anziana fu vista l’ultima volta su una strada a poche centinaia di metri da casa, nelle campagne del paese, poi più nulla. Per 20 giorni andarono avanti le ricerche con decine di uomini e mezzi, furono utilizzati anche dei droni per perlustrare l’area dall’alto. Pure le indagini avviate dopo la scomparsa non hanno portato a nulla. Secondo la figlia sono molte le cose che non tornano nella vicenda, insiste in particolare sul fatto che l’anziana madre non avrebbe potuto allontanarsi troppo da casa e che mai nessuna traccia sia stata trovata.