L’app “QuantiSiamo” arriva a Termoli: ecco come funziona

33

presentazione quantisiamo

TERMOLI – É stata presentata l’applicazione “QuantiSiamo” per monitorare le presenze sui tratti di spiaggia libera della città di Termoli dove si trovano già gli spazi che prevedono il distanziamento sociale e il servizio di salvamento. In dieci tratti di arenile libero, dalla prossima settimana, compariranno all’ingresso i cartelloni che invitano gli utenti a scaricare l’applicazione sia per i telefonini con sistema android e ios. A presentare l’iniziativa erano presenti l’assessore al Turismo Michele Barile, l’ideatore dell’applicazione Davide D’Angelo e Angelo Di Campli di Rieco Sud che insieme all’amministrazione comunale ha sostenuto il progetto.

In sostanza una volta registrati sarà possibile segnalare in quante persone si è presenti e con quanti ombrelloni. Così facendo tutti coloro che successivamente si recheranno sullo stesso arenile libero potranno verificare quante persone sono già in spiaggia e se c’è ancora la disponibilità di postazioni. Con l’applicazione “QuantiSiamo” è possibile monitorare 8 tratti di spiaggia libera del lungomare nord Cristoforo Colombo e due a Rio Vivo. Degli otto chilometri di arenile libero della città di Termoli, l’applicazione “QuantiSiamo” riesce a coprire oltre due chilometri di spiaggia che da sempre sono più frequentati da coloro che non si recano negli stabilimenti balneari.

Tutti i fruitori sono quindi invitati ad utilizzare l’applicazione che garantisce l’anonimato e quantifica solo le presenze senza tracciare la posizione.

É un progetto work in progress per il quale sono stati già rilasciati aggiornamenti. Per il prossimo futuro si prevede di coinvolgere anche i locali della città proprio per far verificare agli utenti la disponibilità di posti. Per quanto riguarda le spiagge, una volta avviata l’applicazione e scelto il tratto di arenile libero dove si intende andare, potranno apparire sulla mappa dell’app tre puntini colorati in base alle registrazioni degli utenti.

Quello rosso che segnala la presenza di molte persone in spiaggia, quello arancione che prevede una media intensità di presenze e quello verde che invece segnala ancora tanta disponibilità di spazio. Nel suo intervento l’assessore Barile ha voluto ringraziare l’ideatore dell’applicazione Davide D’Angelo e Daniele Bucci dello staff del sindaco, che ha collaborato al progetto, e Angelo Di Campli che ha creduto subito nell’iniziativa. La Rieco sud solamente a giugno ha ritirato sulle spiagge 172mila chili di rifiuti spiaggiati e 106150 chili di rifiuti biodegradabili.