Approvato rendiconto della Gestione relativa 2021 a Campobasso

32

panichella assessore campobasso

Panichella: “Una gestione oculata che ha consentito al Comune di conseguire un adeguato avanzo di gestione con la ferma volontà di dare ai cittadini tutti quei servizi utili a migliorarne la qualità della vita”

CAMPOBASSO – Approvato nell’odierna seduta del Consiglio comunale, svoltasi in presenza, il Rendiconto della Gestione relativa all’esercizio 2021. La relazione sul Rendiconto è stata illustrata in aula dall’assessore al Bilancio, Giuseppina Panichella.

“I documenti presentati all’attenzione del Consiglio così come la relazione – ha dichiarato l’assessore Panichella – esprimono le valutazioni di efficacia dell’azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti, agevolando la presentazione e l’approfondimento del rendiconto dell’attività svolta nel corso dell’esercizio. Da questi documenti ufficiali, risulta evidente che la gestione finanziaria dell’esercizio 2021 è stata improntata al rispetto di tutti i vincoli di finanza pubblica, una gestione oculata e prudenziale che ha consentito all’Ente di conseguire un adeguato avanzo di gestione in gran parte destinato al finanziamento del Fondo rischi e passività potenziali e di rilevare a fine gestione un avanzo di amministrazione che, nelle sue poste vincolate, assicura l’equilibrio finanziario dell’Ente. Un’operazione importante e complessa a cui abbiamo lavorato per mesi, in costante e stretta collaborazione con gli uffici amministrativi comunali, nonostante sia stato un anno fortemente segnato dalla pandemia. Abbiamo fatto del nostro meglio per non aumentare le tariffe e, dove possibile, per applicare riduzioni, per sostenere i cittadini gravemente colpiti dalla crisi economica generata da quella sanitaria, per compensare minori entrare e far fronte a maggiori spese. Se da un lato è certamente comprensibile come la fase della rendicontazione sia una fase tecnica, fatta di cifre e numeri, è però, altresì vero, – ha spiegato Panichella – che essa rappresenta anche un documento dal contenuto fortemente politico, che permette al Consiglio Comunale di esercitare la sua legittima attività di indirizzo e controllo. Nel rendiconto viene evidenziato se le risorse sono state ottenute e utilizzate in conformità al bilancio di previsione e nel rispetto delle normative vigenti in materia. Tale documento consente anche di misurare la gestione economica relativa all’anno precedente e gli effetti socialmente rilevanti. Non è quindi un semplice strumento contabile. Va visto in modo molto più ampio, in quanto in esso si rappresentano i fatti gestionali conseguenti a scelte e situazioni. Si deve andare oltre i numeri riportati secondo rigidi principi. Bisogna saperne capire la struttura e la conseguente anima affinché non si trasformi in un documento privo di identità ed efficacia. Compreso ciò si possono poi meglio analizzare e interpretare gli aspetti principali del rendiconto 2021. Il saldo di cassa al 31/12/2021 risulta essere di Euro 21.224.488,71 mentre al 31.12.2020 era pari ad euro 15.548.707,14. Anche quest’anno il Comune non ha utilizzato la possibilità di accedere all’anticipazione di cassa da parte del tesoriere, evitando così l’aggravio di interessi. Il risultato della gestione di competenza (entrate accertate e spese impegnate nell’ anno 2021) presenta un avanzo di Euro 13.733.688,60. Il risultato di amministrazione dell’esercizio 2021, presenta un avanzo di Euro 47.676.416,75”.

Nel riferire all’assise del parere favorevole espresso dal Collegio dei Revisori dei Conti in merito allo strumento economico-finanziario, l’assessore al Bilancio ha sottolineato la consapevolezza, da parte dell’intera Amministrazione comunale, di aver cercato di gestire la cosa pubblica nel migliore dei modi, nella totale trasparenza e con la ferma volontà di voler dare ai propri concittadini tutti quei servizi ed interventi tesi a migliorarne la qualità della vita.

“Nel 2021 abbiamo assicurato tutti i servizi anche quelli destinati alle classi sociali più deboli: dalle mense scolastiche, ai servizi di sostegno alla genitorialità, servizi per l’affido familiare, servizio di assistenza scolastica, assistenza agli studenti diversamente abili, spese per fitto per abitazioni non pubbliche, servizi per l’integrazione sociale, servizi relativi agli accordi di genere, ecc. Abbiamo utilizzando finanziamenti regionali ed europei, dimostrando sul campo una grande capacità progettuale nel reperire risorse esterne senza gravare sul bilancio comunale. Questi risultati sono dovuti anche all’impegno di una macchina amministrativa che, come voi ben sapete, è sottodimensionata nel numero. Il 2021 è stato certamente, da molti punti di vista, un esercizio finanziario complesso a causa dell’emergenza epidemiologica che ha messo duramente alla prova la tenuta dei conti degli enti. Pur tuttavia il nostro Comune è riuscito, nonostante le varie difficoltà, a rispettare i vincoli di finanza pubblica e gli equilibri di bilancio, sia attraverso una politica di contenimento delle spese a favore delle situazioni emergenziali, sia attraverso una gestione oculata delle entrate dell’Ente ovvero la parte del bilancio che maggiormente ha accusato i colpi della crisi economica. Ringrazio tutto il personale, gli assessori, i consiglieri che, con pazienza e caparbietà, hanno dedicato tempo e impegno per raggiungere questo risultato: un rendiconto solido che ci permette di guardare al futuro con fiducia e di mettere in campo nuove e più ampie forme di sostegno per i cittadini. Posso affermare che il rendiconto 2021 è l’esito di una condotta contabile efficiente e oculata. Questa Amministrazione, nonostante le difficoltà legate all’ondata pandemica degli ultimi due anni, è riuscita a coniugare il sostegno al tessuto socio-economico con il mantenimento degli equilibri di bilancio”.

Il rendiconto è stato approvato con 18 voti a favore, una astensione e 8 voti contrari.