Basket: terzo successo consecutivo per La Molisana Magnolia, cede anche Sassari

17

CAMPOBASSO – Il terzo successo consecutivo arrivato al termine di un match dalle mille emozioni. Il quinto posto agguantato in classifica e i tanti applausi di un pubblico sempre più numeroso nel gremire gli spalti dell’Arena. Dopo gli exploit al fotofinish con Ragusa e a Faenza, La Molisana Magnolia Campobasso si impone anche sulla Dinamo Sassari al termine di una prova di grande sostanza sino all’intervallo lungo, sapendo soffrire tra terzo e quarto periodo ed uscendo fuori al meglio nell’overtime con le zampate finali di Robyn Parks che si aggiungono alla prova monstre da doppia doppia della pivot francese Milapie (20 punti ed 11 rimbalzi per 28 di valutazione ed un Oer fantascientifico da 1,33), che non vedeva l’ora di affrontare il team isolano dopo il disappunto personale della finale del torneo ‘Campobasso per lo sport’ in precampionato.
PARTENZA DETERMINATA Forti del sostegno dei propri supporter, le magnolie partono con grande determinazione e, intorno a Milapie, creano più di un imbarazzo alle proprie avversarie. La tripla di Perry vale il +10 sul 13-3, ma Sassari riesce a risalire la china e a portarsi a due soli possessi di distacco al 10’ (17-11).
RIENTRO E FUGA Holmes prova a riavvicinare le ospiti in avvio di secondo periodo (19-17), costringendo il coach dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli a chiederci time-out. Il rientro dalla sospensione delle rossoblù è da applausi: con un parziale di 14-2 Campobasso arriva al massimo vantaggio di serata (il +14 del 33-19), ma le isolane non si disuniscono e si ritrovano a tornare negli spogliatori sotto di undici (35-24).
POLVERI BAGNATE Le magnolie provano a dare un nuovo scossone in avvio di terzo periodo, ma Sassari – col passare dei minuti – riesce a rientrare sotto e a pareggiare a 39. Togliani e Parks consentono alle rossoblù di tenere la testa avanti anche a fronte di una Carangelo autentico fattore per il quintetto di coach Restivo arrivato sino al -1 (43-42) del 30’.
CANESTRI BLOCCATI La tensione che attanaglia le due squadre si fa sentire nell’ultimo periodo con la via del canestro che si fa tremendamente stretta su ambedue i fronti. Sassari vola in due circostanze sul +5 (43-48 prima, 45-50 poi). Parks e l’infallibilità ai liberi di Milapie portano la contesa sul 50 pari con Sassari che non riesce ad eseguire l’ultima azione e le magnolie che si proiettano nel primo overtime della loro stagione.

SPRINT EFFICACE Nel supplementare è Sassari ad andare avanti. Perry, però, impatta i conti, Togliani sigla il sorpasso e, con le ospiti a meno uno, si accende Robyn Parks che, con un canestro da sotto ed una tripla, scrive la parola fine sulla contesa e fa partire la festa all’interno dell’Arena.
A REFERTO CHIUSO Presentandosi in sala stampa, coach Mimmo Sabatelli è entusiasta di quanto fatto sul parquet dalle proprie giocatrici: «Nelle nostre ultime partite queste ragazze stanno facendo qualcosa di incredibile nei minuti finali e anche in questa circostanza portiamo a casa due punti pesanti in un match che, ad un certo punto, si era messo male. La squadra non ha mollato, anche se non era facile perché nel terzo e quarto periodo ci siamo innervositi avendo sbagliato tiri aperti facili, canestri che di solito Perry e Parks realizzano. Di fronte, peraltro, avevamo una squadra molto forte, ma devo fare i complimenti al gruppo che ha messo sul parquet cuore, carattere e convinzione, centrando due punti per noi molto importanti. Faccio i complimenti a Marie-Michelle (Milapie, ndr) per la sua prestazione. Come le sue compagne, lavora tanto anche a livello tecnico individuale e questo è uno degli aspetti che più mi fa felice della mia squadra che ha tanta voglia di crescere in palestra».
BRESCIA ALL’ORIZZONTE – Di fronte a sé, in prospettiva, il gruppo rossoblù ha ora – per il settimo turno – la trasferta lombarda in casa della matricola Brescia, formazione desiderosa di punti per risalire la china di una classifica al momento un po’ intricata.

Tabellino

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 59
BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI 53
(dopo un tempo supplementare)
(17-11, 35-24; 43-42, 50-50)
CAMPOBASSO: Trimboli 4 (2/7, 0/1), Kacerik (0/1, 0/1), Parks 15 (6/16, 1/4), Perry 9 (2/9, 1/6), Milapie 20 (9/12); Togliani 7 (2/5), Nicolodi (0/1 da 3), Narvičiūtė 4 (1/4), Battisodo (0/1), Giacchetti. Ne: Del Sole e Vitali. All.: Sabatelli.
SASSARI: Carangelo 11 (1/5, 2/7), Thomas 4 (2/4, 0/1), Makurat 10 (3/11, 1/5), Gustavvson 2 (1/7), Holmes 22 (6/16, 0/2); Ciavarella 4 (2/5, 0/1), Toffolo (0/1 da 3). Ne: Mazza, Arioli e Fara. All.: Restivo.
ARBITRI: Gagliardi (Frosinone), Lupelli (Latina) e Di Marco (Ferrara).
NOTE: La Molisana Magnolia Campobasso ha effettuato il riscaldamento ed è scesa sul parquet al momento della presentazione con le magliette rosa legate all’iniziativa di sensibilizzazione sul tema del cancro al seno ‘Lilt for women’ nel novero della campagna nazionale per il ‘Nastro Rosa’. Spettatori presenti stimabili sulle mille unità. Uscite per cinque falli Holmes (Sassari), Togliani (Campobasso) e Milapie (Campobasso). Fallo tecnico ad Holmes (Sassari). Tiri liberi: Campobasso 9/9; Sassari 14/18. Rimbalzi: Campobasso 55 (Milapie 11); Sassari 37 (Holmes 11). Assist: Campobasso 15 (Trimboli e Parks 4); Sassari 5 (Thomas ed Holmes 2). Progressione punteggio: 8-3 (5’), 25-19 (15’), 39-34 (25’), 43-44 (35’). Massimo vantaggio: Campobasso 14 (33-19); Sassari 5 (45-50).