“Il brigantaggio e la questione meridionale” il 22 dicembre a Frosolone

82

Alla Scuola Elementare incontro con lo scrittore Pino Aprile

Il brigantaggio e la questione meridionaleFROSOLONE (IS) – La Pro loco Frosolone, con il patrocinio del Comune e nell’ambito della rassegna di eventi natalizi, organizza, giovedì 22 dicembre, presso la scuola elementare, alle ore 18, il dibattito pubblico “Il brigantaggio e la questione meridionale”. Dopo i saluti del sindaco, Giovanni Cardegna, intervengono Rossella Colavecchio, Pro loco Frosolone, Roberta Muzio, giornalista de Il Mattino.

Dalla retorica dell’unificazione, alle stragi compiute in nome dell’unità d’Italia, dall’emigrazione dei meridionali, all’eterna incompiuta Salerno-Reggio Calabria. La storia del Sud riletta da Pino Aprile, giornalista e scrittore del Sud, ai vertici di settimanali come Oggi e Gente, al fianco di Sergio Zavoli nell’inchiesta “Viaggio nel Sud”, arriva in Molise con due delle sue opere più discusse e di successo: “Terroni” e “Carnefici”.

Bugie storiche e vite di briganti, nessi e conseguenze attuali in terre di mafia e in quelle desolate delle campagne abbandonate, nelle aree della speranza industriale dove le promesse di interventi straordinari sono all’origine del ritardo economico e sociale. Tutto questo c’entra col Molise, c’entra con le aree interne, c’entra con Frosolone, come con tanti paesi dell’entroterra, dove l’attesa per la sistemazione di infrastrutture in rovina o incompiute diventa riflessione critica.

Ed a Frosolone, paese di montagna, che vive ancora di un dignitoso passato nel quale l’economia dell’artigianato e dell’allevamento ha mantenuto un equilibrio precario tra vecchia e nuova era, che Pino Aprile è stato invitato a discuterne. Perché ogni paese del Sud ha, in sé, lo stesso Dna che avevano le donne e gli uomini appellati, un tempo, “briganti”.