Il Buon mangiare molisano questa sera all’AgriSummerShow di Termoli

101

Agri Summer Food 2016 a Termoli tra gli eventi in Molise del 10 agosto 2016TERMOLI – Proseguono gli incontri dedicati al tema dell’enogastronomia legati alla manifestazione promossa dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Molise e dal Comune di Termoli. Questa sera, venerdì 12 agosto, in piazza Duomo a partire dalle ore 22.00 – AgriSummerShow intitolato “Il buon mangiare molisano”.

Conduce Giovanni Mancinone con la partecipazione di Luisa Canonico, Domenico Guidotti, Licia Iacoviello, Mauro Inglese, Domenico Porreca.

Il talk show porrà l’attenzione sullo stile di vita attuale caratterizzato da una grande disponibilità di cibo e da una sempre più diffusa sedentarietà che portano a vivere in una situazione di apparente benessere psico-fisico che spesso non corrisponde allo stato di salute effettivo. Infatti sempre più di frequente si registra la crescita di rischio di alcune patologie, come l’obesità, le malattie metaboliche, cardiovascolari e il cancro.

Perciò emerge più forte che mai l’esigenza di orientare la popolazione verso comportamenti alimentari più salutari che portino a un giusto equilibrio tra alimentazione e spesa energetica, e ad un uso più appropriato e consapevole del cibo, come suggerito dalla cosiddetta piramide alimentare. La dieta di riferimento proposta da questo modello si basa su alcuni alimenti che costituiscono il patrimonio agroalimentare della nostra regione, come l’olio di oliva, i cereali, i latticini, il vino, il pesce, la frutta e gli ortaggi.

La dieta mediterranea, molto accreditata tra i nutrizionisti moderni per i suoi benefici effetti sulla longevità e sulla salute di alcune popolazioni del bacino mediterraneo, pone al primo posto proprio l’olio d’oliva, che nell’alimentazione di queste popolazioni costituisce il principale apporto di grassi; e che nella nostra regione viene prodotto nelle migliori qualità.

L’alimentazione è un fatto culturale che coinvolge una serie di abilità, conoscenze, rituali, simboli e tradizioni concernenti le coltivazioni, i raccolti agricoli, la pesca, l’allevamento degli animali, la conservazione, la lavorazione e la cottura degli alimenti ma anche il consumo e la condivisione degli alimenti. Il mangiare insieme mette in rilievo l’importanza della famiglia, del gruppo, della comunità; e risponde ad alcuni valori che sono propri della tradizione molisana, come l’ospitalità, i rapporti di vicinato; promuove il dialogo interculturale e il rispetto della diversità.

Mangiare per vivere e non vivere per mangiare, vuol dire assegnare all’alimentazione il giusto valore per tutelare la salute e raggiungere il benessere psicofisico che permette di stare bene con se stessi e con gli altri.

I partecipanti alla discussione di questa sera sono:

Luisa Canonico
Dr.ssa in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana Svolge da oltre 15 anni la professione di Farmacista. E specializzata in integrazione e nutrizione per gli sportivi Esperta in prodotti naturali e alimenti salutistici, svolge consulenze su alimentazione e benessere.

Domenico Guidotti
Imprenditore della pesca. Presidente Cooperativa Pescatori Molisani. Direttore del Consorzio di gestione della Pesca delle vongole del Compartimento di Termoli

Licia Iacoviello
Laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in Medicina Interna all’Università di Napoli Federico II, ha conseguito il PhD in Epidemiologia genetica presso l’Univesità di Leiden in Olanda. Ricercatrice nel campo delle malattie cardio-cerebro vascolari, prima presso il Consorzio Mario Negri sud, poi presso l’Università Cattolica di Campobasso. Da giugno 2013 dirige il Laboratorio di Epidemiologia Molecolare e Nutrizionale del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli (IS). Dal 2005 è professore associato di Epidemiologia Genetica dell’Università di Buffalo (NY) negli Stati Uniti. Ha lavorato per molti anni sul ruolo delle abitudini alimentari nello sviluppo di malattie metaboliche, cardio-cerebrovascolari e tumorali. Dal 2005 coordina lo Studio Moli-sani: oltre 24.000 persone valutare i fattori di rischio legati allo stile di vita (in particolare l’alimentazione) e alla genetica delle malattie cronico-degenerative. Licia Iacoviello ha pubblicato più di 320 articoli scientifici su riviste internazionali. É inserita da VIA Academy nell’elenco dei Top Italian Scientists con un H-Index =55.

Mauro Inglese
Tecnico delle attività alberghiere presso l’istituto alberghiero “E. Mattei” di Vieste. Inizia la carriera nella sua terra:il Gargano, dove acquisisce quelli che sono i capisaldi della tradizione culinaria pugliese. Subito dopo il diploma continua la sua formazione sulla Princess Cruises e in seguito la perfeziona nelle cucine dei grandi alberghi del Veneto e dell’Emilia Romagna. É stato docente di enogastronomia presso l’Istituto alberghiero di Foggia e adesso lo è a Termoli. Insieme alla compagna Francesca, food designer, si occupa di consulenze ristorative, packaging e progettazione di servizi per la ristorazione.

Domenico Porreca
Atleta classe ‘88 del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare e della Nazionale Italiana di Pentathlon Moderno. Dottore in Fisioterapia presso l’Università La Sapienza di Roma. É stato per 4 volte Campione Italiano di Biathle, 2 volte Campione Italiano Assoluto di Combinata e 3° classificato al Meeting Internazionale di Parigi. Nell’ultimo anno è stato 3° classificato ai Campionati Italiani di Torino, 4° alla Coppa Iberoamericana ad Amposta (Spagna) e 5° al Meeting Internazionale Budapest Indoor. A Febbraio 2016 è numero 17 nel ranking olimpico mondiale.