Campobasso: approvata nuova regolamentazione sugli insediamenti abusivi

comune Campobasso logoCAMPOBASSO – Come, dove e quando poter costruire nelle aree che rientrano nella perimetrazione Lucarino. Approvata dal Consiglio comunale di Campobasso, che si è riunito questa mattina, la nuova regolamentazione che riguarda gli insediamenti abusivi. Le aree interessate dal provvedimento sono 12: Coste di Oratino, Macchie, San Vito-Colle Longo, Sant’Antonio dei Lazzari-San Nicola delle Fratte, Sant’Antonio dei Lazzari-Colle delle Api, Colle delle Api-San Giovanni in Golfo, Colle dell’Orso, Colle dell’Orso 2, Limiti, Mascione-Polese, Tappino e Cese.

Il lavoro dell’Ufficio Tecnico di Palazzo San Giorgio, su indicazione dell’assessore all’Urbanistica Bibiana Chierchia, dopo un lungo lavoro di concertazione effettuato nella Commissione consiliare Urbanistica presieduta da Lello Bucci – che a sua volta si è confrontata con i rappresentanti degli ordini professionali – ha ridefinito le aree in questione che per anni sono state oggetto di dibattito e di scontro politico.

Quello di questa mattina è il secondo importantissimo atto di governo del territorio che porta la firma dell’assessore Bibiana Chierchia, dopo la delibera del novembre 2014 che detta le linee guida per l’attuazione dell’articolo 14 del Piano casa riguardante sempre l’edificazione nelle zone Lucarino.

Con l’ausilio di un sistema informatico a disposizione della struttura comunale si è proceduto alla verifica e all’aggiornamento della consistenza dei volumi e delle superfici occupate dai fabbricati esistenti nelle aree di recupero urbano dopodiché è stata eseguita una ricognizione che ha evidenziato i lotti ancora liberi nei quali sarà realizzata la nuova disciplina integrata delle norme tecniche di attuazione.

Come dichiarato dall’assessore al ramo, il provvedimento deliberato in data odierna rappresenta una svolta significativa in materia di recupero urbanistico ed edilizio nonché un imprescindibile laboratorio per la realizzazione delle linee di governo dell’amministrazione, guidata dal sindaco Antonio Battista, così come saranno elaborate nel corso di quest’anno dal costituendo Ufficio di Piano. Provvedimento quello in questione che è stato votato da una maggioranza compatta che ha dato prova di solidità su una delle tematiche più complesse e che in passato ha generato spaccature all’interno del Consiglio. Uno degli obiettivi fondamentali di questo e dei prossimi provvedimenti è quello di promuovere la partecipazione dei cittadini nelle scelte concrete che l’amministrazione andrà ad adottare.