Campobasso, delegazione di studenti questa mattina in comune

Battista: “Sono felice per la sensibilità sui temi mostrata dai ragazzi, dal mondo della scuola”

CAMPOBASSO – Una deCampobasso, delegazione di studenti questa mattina in comunelegazione di studenti del Liceo Scientifico del Convitto Nazionale Mario Pagano di Campobasso ha incontrato questa mattina il sindaco di Campobasso Antonio Battista nell’ambito del progetto “A scuola di open-coesione” per fare il punto sulle politiche ambientali e sulle iniziative europee e locali volte alla salvaguardia del territorio.

Attività e servizi messi in campo per contenere gli effetti devastanti del cambiamento climatico. Tante le domande che i ragazzi hanno fatto al primo cittadino, soprattutto sull’importanza del ‘Patto dei sindaci’, sulle risorse destinate alle politiche ambientali, sulla possibilità e capacità di spendere i fondi europei, e infine sulle difficoltà che i sindaci dei piccoli e grandi centri incontrano quando devono utilizzare le somme a disposizione.

“Il Comune di Campobasso – ha spiegato il sindaco Battista – ha già avviato una serie di attività per il contenimento dei consumi e per la tutela del territorio. Questa amministrazione ha anche aderito a tutte le iniziative di carattere nazionale e internazionale volte a sensibilizzare e a informare la cittadinanza sui corretti stili di vita e su tutto quello che bisogna fare per aiutare il nostro Pianeta a vivere più a lungo. Progetti e finalità che questo governo perseguirà anche attraverso l’avvio della raccolta differenziata. Tanto è stato fatto e tanto bisognerà ancora fare, ma abbiamo ben chiaro il nostro obiettivo: utilizzare le nostre forze e tutte le risorse a disposizione per migliorare la nostra qualità della vita e quella delle future generazioni. Ambiente, nuova mobilità, promozione del territorio che diventano buone pratiche e conservazione del territorio. C’è un nuovo senso di responsabilità, una nuova presa di coscienza e sono felice che ancora una volta questa sensibilità verso temi così importanti arrivi dai ragazzi, dal mondo della scuola, i pilastri della nostra società”.