Campobasso alla Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne

21

Felice: ”Sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza sulle donne è un’attività da svolgere partendo dalla quotidianità”

assessore feliceCAMPOBASSO – In vista della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 Novembre, l’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Campobasso, Paola Felice, insieme al personale della Bibliomediateca comunale di Campobasso aveva programmato di “accendere una luce” su un tema importante come quello della violenza sulle donne, attraverso una serie d’iniziative e di proposte che si sono dovute adeguare alle contingenze dettate dall’emergenza sanitaria in corso.

“Nonostante il DPCM del 3 novembre abbia portato alla chiusura al pubblico della BiblioMediaTeca Comunale di Campobasso, – ha dichiarato l’assessore Felice – il personale della struttura ha deciso di allestire comunque un angolino dedicato al tema, curato nei minimi dettagli, presentando poi online, sulla pagina Facebook della BiblioMediaTeca, ogni giorno, foto, video, testi e altro materiale multimediale selezionato sul tema, auspicando così anche una viva partecipazione da parte di tutti, seppur in maniera virtuale.”

“La giornata del 25 novembre – ha aggiunto Felice – ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema che però non può essere confinato dietro una sola e singola semplice data. Come Amministrazione Comunale abbiamo, già dall’inizio del mese di novembre, deciso di esporre sul balcone principale di Palazzo San Giorgio, uno striscione che lancia proprio un messaggio chiaro contro la violenza sulle donne. Si tratta di atti di condivisione sociale indirizzati soprattutto ai più giovani, che però producono un’onda lunga in termini di risultati concreti, solo con un attivismo quotidiano che, partendo dalle istituzioni stesse, permetta di estendere a tutti la conoscenza oggettiva di un fenomeno che va combattuto da ognuno di noi sul campo, contribuendo con le nostre azioni reali”.