Campobasso, i migranti puliscono la città

71

CAMPOBASSO – Un servizio di pubblica utilità: è quello avviato dai migranti del Centro di accoglienza temporanea (Cat) dell’Eden di Campobasso. Quattro squadre, venti persone, si alterneranno dal lunedì al giovedì, dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18, per coadiuvare in maniera gratuita gli operatori della municipalizzata ‘Sea-Servizi e Ambiente’ nella pulizia delle strade.

La Sea ha sottoscritto, per questa attività di lavoro volontario, un’intesa con l’associazione Arcoiris e con la società Eden, sulla base del protocollo d’intesa tra Comune e Prefettura.

“Abbiamo voluto dare un seguito – ha spiegato il presidente Sea Stefano Sabatini – alle iniziative assunte con l’Ufficio di Esecuzione penale esterna della Corte d’Appello di Campobasso e il Tribunale di Sorveglianza per l’integrazione degli ex detenuti e delle persone che beneficiano del provvedimento ‘messa alla prova’. In questo caso puntiamo a rendere partecipi della vita cittadina i migranti del Centro di accoglienza temporanea”.

“Si favoriscono percorsi di integrazione tangibile, considerando che i ragazzi conosceranno meglio la città dove vivono e il contesto sociale. Sull’altro fronte – prosegue Sabatini – anche per volere del sindaco, Antonio Battista, con i nuovi turni potremo garantire la pulizia pomeridiana delle strade, un’esigenza del primo cittadino, dell’amministrazione comunale, della Sea e, più in generale, dei cittadini, che godranno di una città più pulita”.