Campobasso, Rendiconto 2020: se ne è parlato in Consiglio Comunale

29

panichella assessore campobasso

CAMPOBASSO – È tornato a riunirsi questa mattina, in modalità telematica, il Consiglio Comunale di Campobasso, questa volta in seduta ordinaria di prima convocazione, per discutere l’approvazione del Rendiconto della gestione 2020.

“La fase della rendicontazione è una fase tecnica, – ha avuto modo di dichiarare l’assessore al Bilancio, Giuseppina Panichella nel corso della sua relazione introduttiva – fatta di cifre e numeri, è però, altresì vero, che essa rappresenta un documento dal contenuto fortemente politico che permette al Consiglio Comunale di esercitare la sua legittima attività di indirizzo e controllo. Il Rendiconto, rappresenta il momento conclusivo del processo di programmazione e di controllo previsto dal legislatore nell’ordinamento contabile, ed è l’atto con cui la Giunta Comunale rendiconta e certifica le spese e le entrate effettivamente sostenute per la gestione dell’ente di fronte al Consiglio Comunale, che ha la competenza per l’approvazione definitiva”.

Nel riferire all’assise del parere favorevole espresso dal Collegio dei Revisori dei Conti in merito allo strumento economico-finanziario, in qualità di Assessore al Bilancio, Panichella ha sottolineato come l’intera Amministrazione comunale, abbia affrontato la gestione della cosa pubblica nella totale trasparenza e con la ferma volontà di voler dare ai propri concittadini tutti quei servizi ed interventi tesi a migliorarne la qualità della vita.

“Ci stiamo adoperando con costanza e con rettitudine, innanzitutto, per raggiungere tutti gli obiettivi prefissati. – ha detto Panichella – Nel 2020 abbiamo assicurato tutti i servizi, anche quelli destinati alle classi sociali più deboli: dalle mense scolastiche, ai servizi di sostegno alla genitorialità, servizi per l’affido familiare, servizio di assistenza scolastica, assistenza agli studenti diversamente abili, spese per fitto per abitazioni non pubbliche, servizi per l’integrazione sociale, servizi relativi agli accordi di genere, ecc. Nella crisi causata dal Coronavirus – ha spiegato l’assessore – i Sindaci, i segretari e i dirigenti comunali sono stati parte della linea di impatto che si è prodigata per riorganizzare i servizi locali e rispondere alle richieste causate dall’emergenza sanitaria. Nella fase acuta, in via generale e con qualche regolarità, negli enti locali ha preso forma un programma adattivo e di reazione che possiamo definire di completamento delle misure nazionali e regionali“.

L’assessore Panichella è poi entrata più nello specifico, disbrigando con chiarezza le cifre legate al Rendiconto di gestione 2020.

“Il totale entrate correnti acquisite dal Comune di Campobasso da destinare ai servizi comunali è di 55.850.299,91 euro. Per quanto riguarda le spese del Comune, la spesa corrente, destinata a finanziare la gestione ordinaria è di 47.450.860,72 euro; la spesa di investimento, destinata a finanziare opere pubbliche e beni immobili che producono benefici ripetuti nel tempo è di 2.922.450,71 euro.

La spesa per rimborso prestiti, destinata a restituire le quote capitali dei mutui o prestiti, cioè le spese che il Comune ha sostenuto per i mutui accesi e i prestiti obbligazionari contratti negli anni precedenti è di 1.005.326,99 euro, mentre la spesa per servizi per conto terzi, ossia la partita di giro che il Comune paga per incassarla per lo stesso importo successivamente, ammonta a 17.155.306,75 euro.

Il conto economico 2020 del Comune di Campobasso chiude con un risultato pari ad 6.126.704,88 euro.

La gestione patrimoniale, nel suo complesso, è direttamente correlata con quella economica ed evidenzia la variazione tra le voci dell’attivo e del passivo così come risultanti al termine dell’esercizio e ammonta, per il 2020, a 192.819.587,74 euro.

Il risultato di amministrazione è uno dei principali indicatori circa il positivo andamento del Comune ed è calcolato a partire dal fondo cassa cioè della differenza tra entrate versate e spese pagate in accordo con quanto rilevato dalla gestione di competenza. Per il 2020 il risultato di amministrazione è di 39.035.078,68 euro”.

“Questi risultati – ha dichiarato in conclusione del proprio intervento l’assessore al Bilancio – è stato possibile realizzarli anche grazie all’impegno di una macchina amministrativa che, come tutti ben sanno, è sottodimensionata nel numero. Colgo l’occasione per ringraziare per il lavoro svolto i colleghi della Giunta, il sindaco, i consiglieri, i funzionari, il dirigente Sardella, il collegio dei revisori dei conti, tutto il personale, nessuno escluso, e in modo particolare l’ufficio ragioneria, perché in questo momento politico, siamo tutti chiamati a dare il nostro contributo al paese, amministratori, rappresentanti e cittadini”.

La seduta proseguirà per l’approvazione il prossimo 18 maggio, con inizio alle ore 8.30, sempre in modalità telematica, così come deciso nel corso del Consiglio Comunale, visto anche lo slittamento al 31 maggio dei termini di presentazione per i Comuni del Rendiconto, confermati dal Governo proprio quest’oggi.