Campobasso, scuola: il messaggio di Antonio Battista per l’inizio del nuovo anno

128

Antonio BattistaCAMPOBASSO – Il sindaco di Campobasso, nonchè presidente della Provincia, Antonio Battista, ha inviato il seguente messaggio per l’inizio del nuovo anno scolastico 2016-2017:

“Lunedì mattina inizia il nuovo anno scolastico per gli studenti del capoluogo e della Provincia di Campobasso che mi onoro di guidare dal primo settembre. Un avvio delle lezioni che va di pari passo con un percorso che l’amministrazione comunale di Palazzo San Giorgio ha intrapreso, già da qualche tempo, per dotare, il prima possibile, la città di strutture sicure attraverso un’attenta programmazione e la ricerca di fondi, indispensabili, per rinnovare il patrimonio scolastico. Programmazione partita anche nell’ente di via Roma per continuare l’opera del mio predecessore, Rosario De Matteis. Inutile però nascondere che la scuola vive un periodo complicato dovuto ai continui tagli, ma nonostante le difficoltà noi non ci arrendiamo e lavoriamo per superare gli ostacoli con correttezza e grande senso di responsabilità, valori che ci aiutano a dare risposte certe ai cittadini che, a ragione, avanzano richieste e proposte per migliorare lo stato attuale delle cose.

Il primo suono della campanella diventa dunque per me, in qualità di sindaco e di presidente della Provincia, l’occasione per accendere un faro sul settore, ma anche per augurare un buon anno scolastico alle famiglie, agli insegnanti, al personale, ai dirigenti, ma soprattutto agli alunni. È a loro che va il mio augurio più sentito affinché attraverso lo studio possano accrescere il bagaglio culturale e nel contempo scoprire il senso della memoria e riscoprire l’importanza della loro identità, delle loro radici. È sui banchi che diventeranno i cittadini del futuro, che impareranno i loro diritti e i loro doveri, che formeranno la loro coscienza civica.

Negli anni trascorsi a scuola diventeranno grandi, imparando prima a sognare e poi a costruire un mondo migliore sempre affiancati dalle loro famiglie e dagli insegnanti che nella formazione dei nostri figli svolgono un ruolo fondamentale. Conosciamo i grandi sacrifici che compiono i docenti e tutto il personale per rendere le nostre scuole, scuole aperte e vive, in cui valorizzare le capacità di ogni ragazzo e trasformarle in competenze che verranno utilizzate nel corso della vita. Un augurio, infine, lo rivolgo anche a noi amministratori affinché cresca la collaborazione tra il territorio, le istituzioni e il mondo della scuola da sempre fucina di idee innovative e di preziosi consigli che ci permetteranno di agire e programmare al meglio i nostri interventi. Buon anno scolastico e buon lavoro a tutti con l’obiettivo di superare insieme gli ostacoli e raccogliere le sfide che il futuro ci riserva”.