Campobasso, stanziati 500 mila euro per il miglioramento delle reti idriche

39

acquaMaio: “L’Acqua è un bene che dobbiamo imparare ad utilizzare al meglio gestendolo con parsimonia”

CAMPOBASSO – Cinquecentomila euro per gli interventi finalizzati al miglioramento dell’efficientamento della rete idrica comunale. Questa la risposta concreta dell’amministrazione Battista all’annoso problema delle condotte del capoluogo molisano che registrano perdite fisiologiche che non si discostano molto dalla media nazionale.

“L’acqua è un bene troppo prezioso per essere sprecato, un bene che dobbiamo imparare ad utilizzare al meglio gestendolo con parsimonia. In questa direzione – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Pietro Maio – intende andare l’amministrazione comunale di centrosinistra guidata da Antonio Battista”.

Con gli interventi in cantiere si prevede la riduzione delle carenze attuali afferenti le sorgenti locali. Diminuiranno pure le perdite nelle condotte di Cese-Monteverde e Foce, Tappino, Cese-Basso Mascione. In una fase successiva, nel corso dell’appalto, con il sistema di misura e controllo saranno individuate le reti con il maggiore grado di perdita fisica. Nelle zone di intervento sarà completato il sistema di telecontrollo attraverso la realizzazione di stazioni di misura e controllo della portata e della pressione, saranno inoltre installate apparecchiature per la riduzione della pressione, riparate le condotte riparabili e sostituite quelle che non vale la pena salvare.

Il telecontrollo è un indispensabile strumento che permette di monitorare le reti idriche della città, misurare le portate, le pressioni, i livelli dei serbatoi, lo stato delle apparecchiature. Di conseguenza, attraverso tale sistema, si riducono al minimo i disservizi dovuti al malfunzionamento delle reti idriche, si va ad incidere positivamente anche sui costi operativi della gestione e si tengono sott’occhio gli sprechi d’acqua. L’amministrazione di Palazzo San Giorgio ha previsto, tra gli interventi, il miglioramento dell’accessibilità alle tubazioni della rete idrica utile anche alla ricerca delle perdite fisiche, alla riparazione delle stesse e alla contestuale risoluzione dei disservizi.

“I lavori contribuiranno – conclude l’assessore Pietro Maio – in modo concreto alla salvaguardia di un patrimonio prezioso, quello idrico, che va assolutamente tutelato”.