Campobasso, tema delle infrastrutture a centro dell’incontro odierno

26

incontro infrastrutture 1 settembre 2022

Gravina: “Necessario un processo di confronto e concertazione tra soggetti imprenditoriali e Istituzionali per individuare le priorità di sviluppo a livello di infrastrutture regionali”

CAMPOBASSO – Il tema delle infrastrutture è fondamentale per il futuro del nostro intero territorio regionale e proprio di questo si è parlato quest’oggi nella Sala della Provincia a Campobasso grazie all’incontro organizzato dalla Camera di Commercio del Molise in collaborazione con Uniontrasporti e moderato da Massimo De Donato, giornalista di Radio24. Nel corso dell’evento, insieme agli interventi di Paolo Spina, Presidente CCIAA Molise, Andrea Prete, Presidente Unioncamere, e di Antonello Fontanili, Direttore Uniontrasporti, è stato presentato anche, da Roberta Delpiano, project manager di Uniontrasporti, il “Libro Bianco sulle priorità infrastrutturali del Molise”, nel quale sono state evidenziate le opere infrastrutturali ritenute di maggior urgenza per il sistema imprenditoriale regionale.

“Perché le realtà imprenditoriali presenti sul nostro territorio possano esprimere al meglio il loro potenziale di sviluppo è innegabile che sia necessario intervenire in modo mirato sulla componente infrastrutturale del nostro sistema regionale. – ha commentato il sindaco di Campobasso Roberto Gravina, presente in sala per l’importante occasione informativa – Per fare questo è necessario un processo di confronto e concertazione tra soggetti imprenditoriali e Istituzionali per individuare le priorità di sviluppo, solo in questo modo si potrà, ognuno per il suo compito, fornire contributi concreti al miglioramento dell’intera strategia di sviluppo, grazie anche al raccordo che potrà essere fondamentale del sistema camerale. Su un tema di questa portata – ha aggiunto Gravina – che incide da sempre profondamente sulla vita economica e sociale della nostra regione, va messo al centro di ogni processo l’ascolto del mondo imprenditoriale, comprendendo, reciprocamente, che solo con un opportuno gioco di squadra e un approccio metodologico utile a definire il quadro degli interventi da realizzare, si potrà andare a delineare una strategia operativa adeguata al territorio e al suo sistema di sviluppo produttivo, utilizzando criteri oggettivi di priorità”.