Carenza di personale al Pronto Soccorso di Isernia, arrivano i Nas

3

nasISERNIA – Situazione ingestibile al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Isernia: arrivano i carabinieri del Nas. Lo riferiscono fonti interne al presidio di emergenza del ‘Veneziale’, riportate dall’Ansa, dove la carenza di medici e infermieri – più volte denunciata dal personale e dai sindacati di categoria – renderebbe molto complicata l’assistenza ai pazienti, provenienti da tutta la provincia pentra e dalle regioni limitrofe.

Tra le criticità – e da qui la richiesta di intervento del Nas – ci sarebbe anche la gestione dei pazienti positivi al Covid. Secondo quanto si è appreso, ieri un medico in servizio si è assunto la responsabilità di salire sull’ambulanza per il trasferimento di un malato a Campobasso.

I carabinieri del Nas, fa sapere l’Ansa, ritorneranno anche nei prossimi giorni, ma intanto il personale del Pronto Soccorso si rivolge nuovamente alla Regione e all’Asrem per trovare una soluzione immediata. Al momento si procede, per tamponare la carenza di medici e infermieri, con il ricorso alle prestazioni aggiuntive, che vengono ritenute, dagli operatori dei presidio, non sufficienti e, soprattutto, non risolutive.