Caso scuola primaria ‘Montini’, Cgil: “Chiudere a tutti le scuole non sicure”

86

banchi scuolaCAMPOBASSO – “Se non si è in grado di garantirne la sicurezza, quella scuola va chiusa per tutti, non basta sospendere le attività didattiche”. Lo scrive la segretaria regionale Flc-Cgil Molise in relazione al crollo, il 16 novembre, di una parte del solaio alla scuola primaria ‘Montini’ di Campobasso. Se ci sono dei potenziali rischi, dice il sindacato, l’attività nella scuola va sospesa anche per il personale amministrativo tecnico e ausiliario (Ata).

“Vanno trovate adeguate soluzioni alternative nell’immediato – evidenzia la Cgil – che scongiurino anche l’ipotesi dei doppi turni i cui effetti deleteri, dal punto di vista didattico e sociale, sono stati ampiamente sperimentati in casi analoghi. Aspettiamo le indagini della Procura che dovrà accertare eventuali responsabilità sull’episodio, considerando che, proprio in quell’ala dell’edificio, recentemente sono stati effettuati lavori di miglioramento sismico programmati dal Comune di Campobasso”.