Castellitto a Campobasso, tutto esaurito per ‘Zorro. Un eremita sul marciapiede’

53

CAMPOBASSO – “Zorro. Un eremita sul marciapiede”, scritto da Margaret Mazzantini e portato in scena da Sergio Castellitto, che della pièce cura anche la regia, conclude con il tutto esaurito mercoledì 12 aprile, alle 21, la stagione del Teatro Savoia di Campobasso. L’attore, originario proprio di Campobasso, per la prima volta dopo molti anni di attesa recita nel capoluogo molisano.

Castellitto è molto legato al Molise: qui ha trascorso alcuni giorni di vacanza anche la scorsa estate e ha girato parte di uno dei suoi film di maggiore successo, “Non ti muovere”. L’adattamento teatrale in scena domani al Savoia si rifà, proprio come “Non ti muovere”, a un romanzo del 2004 di Margaret Mazzantini, scrittrice e moglie di Castellitto e viene riportato in scena dall’attore dopo vent’anni dal suo esordio.

Sul palco una storia di ordinaria diversità di un uomo, un senzatetto (Zorro, come il suo cane perduto da bambino) che sceglie di vivere ai margini della società ma, proprio per questo, riesce a vedere con maggiore lucidità la vita delle persone normali; il risultato è un monologo tragicomico ed emozionante, interpretato dall’attore. Castellitto torna a interpretare quel vagabondo – un antieroe con un nome da eroe – che ripercorre la sua storia e le scelte che lo hanno portato a vivere sulla strada; nel mentre riflette sul significato della vita, capace di restituire attraverso una sorta di “filosofare” allegro e indefesso il “sale della vita”, la complessità e l’imprevedibilità dell’esistenza.