Cittadinanzattiva interviene su istituzione registro tumori

45

Cittadinanzattiva MoliseREGIONE MOLISE – In seguito ai diversi incontri tenuti con la Direzione Generale della Salute e la Direzione Generale dell’Azienda sanitaria, quest’Associazione ha avuto modo di constatare come non vi sia una effettiva attuazione del Registro Tumori.

Le cause sono dovute, per lo più, a problemi legati al trasferimento dei dati tra le diverse componenti degli uffici competenti alla trattazione, problematica che potrebbe essere facilmente superata mediante l’adozione di una normativa regionale che stabilisca iter e modalità di trattazione del Registro Tumori regionale.

Conoscere l’insorgenza di patologie neoplastiche in rapporto all’esposizione a sostanze cancerogene e ad altri fattori di rischio, e conoscere l’incidenza e prevalenza delle patologie tumorali, decorso e andamento, è fondamentale anche per la Regione Molise e permetterebbe di affrontare e programmare interventi specifici, ottimizzando risultati e risorse.

Il Registro Tumori è divenuto per questo uno strumento fondamentale che consente di monitorare costantemente l’andamento delle malattie neoplastiche, verificarne la distribuzione sul territorio e sulle fasce di popolazione coinvolte, l’incidenza per tipologia, la dinamica temporale, e consente la programmazione di mirati interventi sanitari preventivi, diagnostici e terapeutici.

Apprendere che la realizzazione di questo strumento basilare, richiesto da anni, in Molise non è possibile a causa di adempimenti amministrativi che ne bloccano la realizzazione è penalizzante.

Cittadinanzattiva fa quindi appello al Presidente e a tutti i Consiglieri della regione Molise per l’approvazione di una normativa che permetta il superamento degli ostacoli amministrativi e dia effettivo avvio a questo strumento che può essere di concreto supporto ed aiuto nella programmazione di interventi utili a tutti i cittadini molisani.