Coldiretti: “Dopo i cinghiali ora è emergenza lupi, branchi sempre più vicini ai centri abitati”

Lupo morto

CAMPOBASSO – Dopo l’emergenza cinghiali ora è la volta dei lupi. A lanciare l’allarme è Aniello Ascolese, direttore regionale di Coldiretti. L’organizzazione degli agricoltori riferisce di frequenti attacchi al bestiame e di “pericolosi avvicinamenti ai centri abitati”, ponendo l’accento “sull’impellente necessità di procedere con un piano straordinario di controllo della fauna selvatica”. “Con l’aumento esponenziale dei cinghiali su tutto il territorio regionale – spiega – anche il numero dei predatori è aumentato”.

Per Coldiretti, dunque, è necessario “un intervento urgente e deciso da parte della Regione che, al di là della caccia di selezione, di recente approvazione, deve prevedere misure ben più incisive per garantire non solo il normale svolgimento della attività agricole e zootecniche, ma anche e soprattutto l’incolumità personale dei cittadini”.