Coralli e pesci tropicali sequestrati: erano destinati anche al Campobassano

64

Operazione AcquariusROMA – Quasi due tonnellate di coralli vivi e oltre 25mila esemplari di pesci tropicali, per un valore complessivo di 250mila euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Fiumicino e dal Corpo forestale dello Stato all’aeroporto romano nell’ambito dell’Operazione Acquarius.

L’indagine, coordinata dal pm di Civitavecchia Mirko Piloni, è partita dal controllo di alcune spedizioni in arrivo dall’Indonesia e da Singapore che erano apparentemente regolari in quanto corredate di tutta la documentazione doganale e delle certificazioni necessarie per l’importazione degli animali a San Marino.

Gli uomini della Guardia di Finanza e quelli della Forestale hanno però scoperto che i pesci e i coralli, grazie alla compiacenza di un grossista di Monterotondo, in provincia di Roma, non sarebbero mai finiti all’azienda di San Marino destinataria della spedizione.

I reali destinatari degli esemplari protetti erano negozi di acquariologia sparsi un po’ in tutta Italia, tra cui alcuni esercizi commerciali in provincia di Campobasso.