Coronavirus, salgono i casi: ora in Molise i contagiati sono 3

95

CAMPOBASSO – Sale a tre il numero dei contagiati da Coronavirus in Molise. Dopo il primo caso, una donna di Montenero di Bisaccia, accertato lunedì pomeriggio all’ospedale ‘Cardarelli’ di Campobasso, i tamponi effettuati sul marito e su un altro familiare della paziente hanno dato esito positivo. Lo ha confermato all’ANSA il presidente della Regione Molise Donato Toma.

Intanto si è riunito ieri mattina il Tavolo permanente per l’emergenza coronavirus, istituito presso la Presidenza del Consiglio regionale del Molise per seguire l’evolversi della situazione. Hanno relazionato il presidente della Regione Donato Toma, il direttore Asrem Oreste Florenzano e il direttore della Protezione civile regionale Alberta Di Lisio. Dagli interventi è risultato che la situazione al momento risulta “sicuramente sotto controllo. Ad ogni modo – ha sottolineato il Governatore – i nostri protocolli non cambiano, eravamo preparati ad affrontare tali eventualità”.

“Non siamo di fronte a nessun focolaio o a creazioni di nuove zone rosse, arancioni o verdi”, ha aggiunto. Il direttore dell’Asrem ha comunicato che “si stanno ponendo in essere misure progressive, utilizzando razionalmente e progressivamente gli strumenti necessari rispetto all’evolversi della situazione” e “si sta fronteggiando la situazione con reazioni coerenti con le minacce che si riscontrano”.

“Al momento – ha aggiunto Florenzano – non sono presenti criticità che il sistema non è in grado di affrontare e trattare opportunamente”. Sulla stessa linea, il direttore della Protezione civile regionale: “La struttura – ha detto – ha provveduto a svolgere un’accurata analisi delle richieste avanzate dall’Asrem e dalle altre organizzazioni interessate per quanto concerne i diversi dispositivi sanitari di protezione per il personale medico e infermieristico chiamato a gestire il contatto con eventuali contagiati”. Il Tavolo, presieduto dal presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone, si riunirà la prossima settimana per un aggiornamento della situazione.