Cucina molisana ne “In viaggio per l’Italia con Carla La Contessina”

153

carla la contessinaCAMPOBASSO – Carla De Iuliis, abruzzese, di Teramo e responsabile della Comunicazione Istituzionale all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” di Teramo ha anche una passione per la cucina. In questo contesto utlizza l’alias “Carla La Contessina”.

“Una grande passione quella per la cucina che da poco più di un anno mi ha motivato ad aprire un profilo Instagram dedicato, una pagina Facebook, un canale YouTube e, da circa un mese, un blog tutto mio (www.carlalalacontessina.com)” racconta.

La sua rivista enogastronomica domani parlerà del Molise: “Amo molto viaggiare e così, durante il periodo del lockdown, ho iniziato – aiutata da una giovane grafica di Teramo, Giorgia Falconi – un viaggio “virtuale” enogastronomico nelle regioni italiane per conoscere prodotti locali, usanze, piatti della tradizione e tanto altro.

L’ho fatto attraverso una raccolta di ricette, foto e testi di approfondimento. Con l’aiuto di amici e colleghi ho quindi pubblicato delle riviste di enogastronomia, che sono on-line, aperte a tutti e scaricabili dal mio blog.

Sono partita dal mio Abruzzo, poi sono stata nel Lazio e da domani su tutti i miei profili social, sarà on line la rivista dedicata al Molise. Nel viaggio in Molise (questa volta non virtuale, vista la vicinanza), ho scoperto luoghi e piccoli centri meravigliosi, sapori inaspettati e una vera cultura nella coltivazione della vite e produzione dei vini. Il Tintilia «che esprime per la sua autoctonia la forte identità di questa regione»… viene “raccontato” nella rivista da Addolorato Ruberto, un collega molisano che dal 2015 è degustatore ufficiale dell’Associazione Italiana Sommelier.

La rubrica “L’Esperto risponde” – sezione tematica di approfondimento tecnico-scientifico – vede protagonista il direttore generale dell’IZSAM, Nicola D’Alterio, con un focus sul caciocavallo, le sue caratteristiche e le varie tipologie presenti sul territorio.

Tre amiche-colleghe molisane hanno cucinato per me e per tutti i lettori: le sorelle Rossana e Veronica Crolla, di Agnone, ci parlano della Zuppa a la Santé, mentre Lucia Fiore, originaria di Trivento, ha preparato per noi le Pallotte cac’ e ove molisane.

Terra Antiqua, una giovane azienda di San Giacomo degli Schiavoni (CB), propone i suoi prodotti e le paste ottenute dalla trasformazione di farine o semole di grani antichi, ricchi di fibre, minerali e sostanze nutritive.

Infine, un salto ad Agnone da Locanda Mammì, magistralmente gestita dalla giovane chef Stefania Di Pasquo, e nel centro storico di Termoli alla Trattoria Z’ Bass, per assaggiare le Taccozze con cicale di mare e ricotta. La rivista presenta poi tante ricette, molte rielaborate e create da me con l’utilizzo di prodotti locali. Il mio prossimo viaggio? Questa volta mi sposterò a nord, in Piemonte, alla scoperta della Bagna Cauda e degli Agnolotti del Plin … ma non solo!”.