Davide Frigelli confermato segretario della Fisascat Cisl Abruzzo-Molise

14

MONTESILVANO (PE) – Il consiglio generale della Fisascat Abruzzo Molise ha riconfermato all’unanimità Davide Frigelli segretario generale della categoria del commercio, terziario e servizi della Cisl. Con lui in segreteria sono stati eletti Marcella Carletti e Stefano Murazzo. Ai lavori del congresso interregionale, che si sono svolti a Montesilvano (Pescara), hanno partecipato il segretario generale aggiunto della Cisl Abruzzo-Molise, Giovanni Notaro, e il segretario generale aggiunto nazionale della Fisascat Cisl, Vincenzo Dell’Orefice.

Frigelli nel ringraziare tutti coloro che lo hanno votato e che in questi anni hanno lavorato con lui,  ha riportato l’attenzione sulla crisi economica e sul ruolo del sindacato. “Il momento, economico e sociale che stiamo attraversando si colloca tra i peggiori, sia per durata che per intensità. Il tessuto locale ha sofferto di più dove si registrano tante difficoltà occupazionali, e tante vertenze. Con la pandemia sono venute meno tante certezze, e le lavoratrici e i lavoratori dell’Abruzzo e del Molise vivono nell’incertezza e il sindacato deve essere protagonista nelle scelte e nelle soluzioni necessarie per la salvaguardia del lavoro. Questa è una grande opportunità per noi della Fisascat nell’affrontare le situazioni nelle tante aziende in difficoltà. Come Fisascat continueremo a lavorare nei luoghi di lavoro e nei territori per contrastare dimostrando di essere al passo coi tempi e capaci di adeguarsi ai cambiamenti”.

Nel suo intervento il segretario generale, appena riconfermato, ha ricordato anche dei vari tavoli di trattativa in cui sono impegnati per i rinnovi dei contratti collettivi nazionali ma soprattutto ha denunciato come il modello della grande distribuzione è fallimentare, e i settori delle vigilanza e dei multiservizi perdono sempre più occupazione e che il turismo rappresenta il volano per le due regioni.

“Nelle periferie del lavoro serve un sindacato capace di rappresentare a 360 gradi donne e uomini del terziario e dei servizi che sappia le peculiarità del cambiamento, e dare risposte alle nuove esigenze di tutela. Intelligenza, competenze e coraggio potranno sostenere la crescita. E noi siamo pronti a questa sfida”, ha concluso Davide Frigelli.