Decreto Agosto, Capone su rilancio pil e blocco licenziamenti

21

capone uglREGIONE – “Siamo in attesa che il Governo si dimostri coerente e che vari riforme in grado di rilanciare davvero l’economia e l’occupazione nel Paese. In tal senso, ci aspettiamo che il blocco dei licenziamenti sia prolungato per tutto il 2020, e non fino a conclusione dell’emergenza. É inoltre necessario pensare ad un piano industriale a medio e lungo termine che possa garantire la modernizzazione dell’Italia con l’obiettivo di favorire la formazione di nuovi posti di lavoro.

Occorre dare un impulso ai consumi e agire sul costo del lavoro, riducendo in maniera importante il cuneo fiscale. Pertanto, è prioritario supportare i settori maggiormente colpiti tra cui la ristorazione, il turismo, i commercianti, le piccole e medie imprese erogando finanziamenti anche a fondo perduto per dare maggiore liquidità. Mi auguro, quindi, che il decreto ‘Agosto’ non sia l’ennesima misura tampone, ma sostenga in modo concreto la ripresa del Pil”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito al decreto ‘Agosto’.