Emergenza cinghiali: Coldiretti Molise, “Urgente ridurre il numero”

20

foto cinghialiCAMPOBASSO – “Con 2,3 milioni di cinghiali che in Italia rappresentano il principale veicolo di diffusione della Peste suina africana (Psa), stringono d’assedio città e campagne e mettono in pericolo la sicurezza delle persone, è positivo che arrivino i primi via libera a un allargamento della caccia ai cinghiali con l’utilizzo di cani da seguita nel periodo dal primo ottobre 2022 al 31 gennaio 2023”.

E’ quanto afferma Coldiretti Molise in riferimento alla risposta del gruppo di esperti del Ministero della Salute che ha espresso parere favorevole ad una richiesta avanzata dalla Regione Lombardia dopo l’allarme lanciato dal Presidente nazionale dell’organizzazione degli agricoltori, Ettore Prandini, in una lettera indirizzata al Commissario nazionale straordinario alla peste suina africana, Angelo Ferrari.

“Un’integrazione – sostiene Coldiretti Molise – che sarebbe opportuno venisse consentita, in via preventiva, anche in Molise dove la presenza di cinghiali è stimata in oltre 40mila esemplari”.